ASCOLI PICENO – Il presidente della Provincia Piero Celani ha incontrato martedì mattina i rappresentanti provinciali dei sindacati, i componenti delle Rsu dell’Ente e la delegazione di parte pubblica rappresentata dai dirigenti Giuseppe Serafini, Giampaolo Paoletti e Lucia Marinangeli.

Celani ha ringraziato i partecipanti per la numerosa presenza affermando la volontà di “dialogare e collaborare proficuamente”. Ha poi ribadito, dopo l’incontro di lunedì, la piena condivisione con il presidente della Provincia di Fermo Cesetti con l’obiettivo di “costruire con la massima celerità possibile le due nuove realtà territoriali” e ha infine chiesto una collaborazione con le parti presenti “per proseguire e portare a compimento un percorso complesso volto a definire al meglio la problematica dei trasferimenti del personale della Provincia a Fermo”.

Da parte loro i rappresentanti sindacali hanno il rispetto pieno dell’accordo siglato nei mesi scorsi, e hanno chiesto l’avvio delle mobilità volontarie con l’applicazione delle indennità di disagio, l’assegnazione delle posizioni organizzative e l’applicazione degli altri strumenti previsti dall’accordo come il prepensionamento incentivato.

Per quello che riguarda gli aspetti tecnico-operativi il dirigente del personale Serafini ha spiegato che “dal 1 luglio verrà dato avvio ad un cospicuo contingente di trasferimenti che riguarderà nei prossimi giorni anche il trasferimento dei dipendenti che hanno fatto richiesta di mobilità volontaria con la definizione delle posizioni organizzative e degli altri incentivi previsti dall’accordo sindacale. Entro la fine di luglio – ha aggiunto Serafini – è prevista anche la pubblicazione del bando per la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro per quei dipendenti che facciano richiesta di prepensionamento”.

Intanto è stato eletto il rappresentante degli immigrati che parteciperà ai prossimi consigli provinciali, come previsto dall’articolo dall’art. 8 dello Statuto della Provincia e introdotta per la prima volta nel 2003: si tratta di Khalid Jabir, di nazionalità marocchina, ha 40 anni e dal 1988 risiede in Italia a Colli del Tronto. Jabir, della lista “Lavoro Solidarietà Partecipazione Futuro”, ha conquistato oltre un terzo dei voti nelle elezioni che si sono tenute domenica scorsa nel palazzo della Provincia. La figura del rappresentante degli immigrati, che era presente pure nelle due precedenti legislature, avrà diverse facoltà consultive sulle questioni relative agli immigrati ma non potrà esprimere voto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 980 volte, 1 oggi)