GROTTAMMARE – Un’edizione altisonante, ambiziosa e innovativa, questo 25° appuntamento con “Cabaret Amoremio!” (dal 7 al 9 agosto presso il Parco delle Rimembranze, al Teatro delle Energie in caso di maltempo).

Lo storico festival nazionale dell’umorismo, vero marchio di fabbrica dell’estate grottammarese e appuntamento di spicco del cartellone estivo del Piceno e delle Marche (anche se gli organizzatori, Comune e associazione Lido degli Aranci, notano un interesse piuttosto freddo da parte della Regione, anche in termini di contributo economico, e se ne rammaricano), preannuncia grandi ospiti e un pienone assicurato.

I presentatori saranno Enzo Iacchetti e Mascia Foschi, gli ospiti fissi la Mabò Band, proveniente come il noto “Enzino” dal cosmo di “Striscia la notizia”. E dalla trasmissione di Antonio Ricci provengono anche alcuni volti noti della giuria (Jimmy Ghione, Fabio e Mingo, Moreno Morello), spiega il direttore artistico Pepimorgia, nume tutelare di una delle rassegne di cabaret più longeve d’Italia, precursore dell’attuale successo di questa forma di arte comica in televisione.
GLI OSPITI Il 7 agosto, assieme alle semifinali per i “nuovi comici”,troviamo Max Giusti e Andrea Rivera. L’8 agosto altra semifinale con la presenza di Paolo Villaggio e Antonio Giuliani. Il 9 agosto, domenica sera, le finali con Pino Campagna e la consegna del premio alla carriera “Arancia d’oro” a Sabina Guzzanti.

I BIGLIETTI Quest’anno, spiega l’assessore Enrico Piergallini, oltre ad abbonamenti e biglietti per singole serate, c’è la possibilità di acquistare anche telematicamente dei biglietti che danno diritto a un posto numerato. «L’abbonamento alle tre serate costerà 50 euro, l’ingresso con posto numerato 23 euro, l’ingresso con posto non numerato 18 euro. I diritti di prevendita sono di appena un euro. Li riteniamo prezzi popolari e convenienti. Ringraziamo l’attenzione della Fondazione Carisap, che con 25mila di finanziamento contribuisce già da due anni allo sviluppo di una manifestazione così distintiva».

«Una produzione del nostro territorio, che ci contraddistingue e che ogni anno cresce, pur mantenendo un budget pressoché simile», nota il sindaco di Grottammare Luigi Merli.

Oltre al premio della critica intitolato alla Fondazione stessa, ci sarà anche un premio assegnato da una giuria rappresentativa dei media locali.

L’ACQUISTO DEI BIGLIETTI Ci si può rivolgere all’assessorato alla Cultura del Comune di Grottammare o alle biglietterie “in rete” presso teatri e agenzie nelle città della costa adriatica da Civitanova Marche a Giulianova, passando per Ascoli e Macerata.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.431 volte, 1 oggi)