ASCOLI PICENO – Si è conclusa poco prima delle 13 di sabato la cerimonia di insediamento a Palazzo San Filippo di Piero Celani, primo candidato di centro-destra eletto direttamente al governo provinciale. Presenti molti esponenti del Pdl.La giunta provinciale sarà nominata entro il 15 luglio.
Celani ha subito voluto ringraziare coloro che« hanno lavorato per favorire la propria elezione. «Vorrei ringraziare tutti, quelli che sono stati eletti e coloro che non ce l’hanno fatta; a questi ultimi faccio un in bocca a lupo e dico loro di continuare a lavorare per il progetto comune. Ringrazio anche il mio predecessore Massimo Rossi che ho già sentito e con il quale continuerò a mantenermi in contatto dopo averlo fatto molte volte da sindaco di Ascoli».

Il neo presidente ha poi parlato delle problematiche urgenti da affrontare: «Mi metterò subito al lavoro. Venerdì c’è stato il mio insediamento come commissario del Nucleo Industriale, lunedì incontrerò il presidente della Provincia di Fermo Cesetti per risolvere al più presto le delicate questioni sulla divisione, in particolar modo quelle che riguardano il personale».

Il neo sindaco di Ascoli Castelli ha sottolineato l’importanza di una convergenza di vedute tra Comune e Provincia: «Il sindaco del capoluogo deve farsi carico anche delle problematiche della Provincia. Lotteremo insieme per le richieste da fare a Stato e Regione in particolar modo sulle infrastrutture».

Vista la numerosa partecipazione la cerimonia si è spostata dall’ufficio del presidente alla sala consiliare dove ha preso la parola anche il vicepresidente in pectore Pasqualino Piunti, in predicato di essere il portavoce della politica rivierasca in giunta. «Per me è una grande soddisfazione aver raggiunto questo risultato dopo aver lavorato dieci anni all’opposizione. Non esiste nessun campanilismo né da parte nostra né da parte di Celani. L’obiettivo prinicipale da perseguire è il lavoro». In prima linea, oltre a Piunti, gli altri esponenti rivieraschi e l’ex sindaco di Maltignano Falcioni (Movimento Autonomo Piceno), tutti in odor di assessorato. Le nomine entro il 15 luglio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.109 volte, 1 oggi)