Korça – Ricalcando la scia di successo ottenuta con il Simposio della Scultura del 2008, l’amministrazione comunale della città di Korça ha organizzato il secondo Simposio Internazionale della Scultura, affidando aGenti Tavanxhiu, presente in questo simposio anche come scultore, la scelta degli artisti e la direzione artistica.

Korça, città albanese situata ai piedi del monte Morava famosa per le sue chiese medioevali con affreschi di maestri legati alla cultura greco-ortodossa, in questi giorni vedrà arricchita la propria collezione di sculture di ben otto nuove opere. Otto infatti è il numero di scultori di diversa formazione e nazionalità che, selezionati dal comitato promotore tra circa ottanta artisti i cui progetti sono pervenuti a mezzo Internet, parteciperanno a questo simposio.

Oltre a Genti Tavanxhiu, che rappresenterà l’Albania, ci saranno anche Yoshin Ogata per il Giappone, Paora Te Ranguiaia per la Nuova Zelanda, i tedeschi Tobel e Jorg Plickat, l’egiziano Nagi Faared, Matthew Simmonds per la Gran Bretagna e per l’Italia Giuliano Giussani, le cui opere rispecchiano la sua continua ricerca spirituale basata sulla rielaborazione di forme e archetipi del bacino del mediterraneo e di strutture di origine asiatica.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 980 volte, 1 oggi)