ISTANBUL – Il Campionato del Mondo Powerboat P1 torna a parlare italiano. Domenica pomeriggio nel Gran Premio del Mare di Istanbul, seconda tappa della stagione 2009 del Powerboat P1 World Championship, al termine di una gara avvincente e appassionante il team di San Benedetto del Tronto Metamarine ha conquistato un importante terzo posto nella categoria Evolution.

Un grande entusiasmo ha accolto al rientro sulla banchina il monocarena di Marco Pennesi e Max Ferrari che ha coronato con una splendida prestazione un week end turco che era iniziato molto male.

Dopo la sfortunata giornata di sabato la Metamarine è entrata in acqua con la chiara intenzione di fare un grande risultato. La partenza non è stata delle migliori, all’inizio ha faticato un po’ prima di iniziare un’avvincente rimonta. L’imbarcazione ha risposto bene alle sollecitazioni del mare e dei due piloti e così sorpasso dopo sorpasso Metamarine è riuscita a superare al terzo posto la linea di traguardo.

L’imbarcazione sambenedettese è stata preceduta nell’ordine da Fountain che si è classificata seconda e da Cigarette Smash Poker il cui equipaggio (Luca Formilli Fendi e Matteo Nicolini) è riuscito a salire sul gradino più alto del podio.

“Il nostro campionato del mondo è iniziato praticamente oggi – ha raccontato al termine della competizione un soddisfatto Marco Pennesi – riprendere dopo un incidente terribile come quello di Malta ha imposto un doppio sacrificio: abbiamo dovuto rifare la barca in pochissimo tempo e abbiamo dovuto assorbire l’infortunio immediatamente. Un doppio sforzo che oggi è stato ripagato dal terzo posto che per noi corrisponde ad una vera e proprio vittoria”.

Un risultato importantissimo anche in vista della prossima tappa del mondiale Powerboat P1 che dalla Turchia si trasferirà nelle Marche e proprio a San Benedetto: “Oggi – ha risposto Pennesi – abbiamo dimostrato chiaramente che siamo in grado di essere molto competitivi e molto forti e questo è sicuramente di buon auspicio per il proseguo del campionato. Ovviamente per la prossima tappa di San Benedetto, dopo aver dimostrato quanto valiamo, cercheremo di cogliere un risultato ancora più prestigioso”.

A chi dedicare il terzo posto? “A tutto il team che mie è stato vicino – ha concluso Pennesi – che lavorando con molta abnegazione e serietà è riuscito a metterci a disposizione una barca che si è rivelata all’altezza della situazione meravigliando tutti anche qui a Istanbul”.

Sul Bosforo in questo weekend sono state scritte alcune delle più belle pagine di
motonautica di tutti i tempi. Nel primo Gran Premio del Mare di Turchia in categoria Supersport si è registrata la prima vittoria per il team femminile di Ikocasa composto da Jory Shelley e Audrienne Ciatar. Seconda posizione nel GP per team Baia che ha confermato tutta la sua competitività, e piazza finale del podio per Angelo Tedeschi, che grazie al terzo posto conquista la testa della classifica del mondiale.

Formilli Fendi e Matteo Nicolini a proposito del loro successo in Evolution commentano: “Volevamo a tutti i costi riguadagnare terreno dopo il ritiro in gara 2 a Malta,
vogliamo vincere questo mondiale, non ci nascondiamo e questa vittoria ci regala
grande soddisfazione per il tanto lavoro fatto dai tecnici. Adesso arriva la gara italiana
e siamo convinti che lo scafo saprà ancor di più mostrare tutto il suo valore. Questa è
una barca che corre ancora meglio con onda formata e quella di San Benedetto può
essere la tappa cruciale della stagione”. Prossimo appuntamento dunque a San
Benedetto del Tronto dal 3 al 5 luglio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 992 volte, 1 oggi)