ISTANBUL – Seconda tappa del mondiale Powerboat 2009, positivo il bilancio della prima giornata di prove per la Metamarine e il suo equipaggio composto da Marco Pennesi e Max Ferrari. Nelle acque di Instanbul il monocarena realizzato interamente a San Benedetto ha infatti stabilito il quinto miglior tempo. La pole position è andata al team Lucas Oil, seguita da Sigarette, Snav e Fountain.
«La prima giornata – ha detto al termine Marco Pennesi – è servita per testare le novità e le modifiche che abbiamo apportato alla barca dopo l’incidente di Malta avvenuto nella prima prova del campionato del mondo».

Le modifiche apportate alla barca quali risultati garantiscono? «La barca va molto bene – ha risposto il pilota piceno – già durante questa fase di prove ha reagito ottimamente alle nostre sollecitazioni e questo lascia ben sperare per domani.
I tecnici del team hanno lavorato a lungo anche sulla banchina di Instanbul per mettere a punto il bolide che è considerato per le sue caratteristiche uno tra i protagonisti di questa stagione».

Il quinto tempo ottenuto nelle prove potrebbe pregiudicare la vostra gara di domenica? «Assolutamente no. Domani partiremo tutti in fila e quindi tutti i concorrenti avranno le stesse chances di vittoria».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 422 volte, 1 oggi)