SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La quinta edizione in assoluto e la seconda ospitata nella Riviera delle Palme: stiamo parlando dell’Italian Basket Camp, la manifestazione cestistica che offrirà ad atleti di diversa nazionalità la possibilità di mettersi in mostra e confrontarsi con tecnici internazionali, quali i tedeschi Marian Thede e Abelhadi Saou e l’inglese Milek Jivens.

L’iniziativa, patrocinata dal Comune di San Benedetto, si svolgerà dal 22 al 28 giugno in diversi luoghi: Palazzetto dello Sport, Palestra dell’Itc e i due campetti all’aperto di Via Tedeschi.

L’evento si dividerà in due distinte manifestazioni: l’Italian Basket Camp Exposure, con la partecipazione di giocatori provenienti da tutto il mondo, ed il Camp di Specializzazione per Giovani, che rappresenta una novità assoluta. Quest’ultimo sarà dedicato a giovani atleti, di un’età compresa tra gli 11 ed i 18 anni e che potranno usufruire dei preziosi consigli degli importanti allenatori presenti. Tutti i ragazzi verranno ospitati nell’ostello dell’Istituto Ipsia.

Un progetto che si pone l’obiettivo di proporre un valido evento sportivo in città, ma non solo. L’intenzione è quella di veder sempre più crescere la manifestazione, aumentando così l’afflusso turistico in città. Non a caso, dal 2005 ad oggi sono state rappresentate più di venti nazioni differenti, con la creazione di un interessante mix culturale.

«Un’idea – ha commentato l’assessore Eldo Fanini – che promuove lo sport, divenuto sempre più il volano del turismo in questo territorio».

L’Italian Basket Campus nacque cinque anni fa grazie alla volontà di Daniele Aniello, giocatore di pallacanestro con molteplici esperienze in patria e all’estero, che raccolse le richieste di professionisti desiderosi di potersi mettere in luce nel panorama italiano. Ad affiancarlo nell’edizione 2009 il cestista del Basket Club San Benedetto Domenico Valori e il coach Andrea Fabrizi della Basket Academy Perugia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.240 volte, 1 oggi)