SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il ballottaggio si avvicina ed il Partito Democratico alza i toni, scagliandosi contro il candidato del Pdl Piero Celani, colpevole di considerare San Benedetto «come la discarica dell’intera provincia».
Un attacco schietto e frontale verso l’ex sindaco di Ascoli, considerato forse troppo campanilista per poter governare “obiettivamente” il territorio.

Successivamente ci ha pensato Emidio Mandozzi a rincarare la dose: «Il mio avversario, in visita a Rotella, non conosceva nemmeno la piazza del Paese e la sede del Comune. Spero inoltre – ha continuato il candidato – che gli elettori distinguano tra chi possiede un progetto e chi invece non ce l’ha».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 896 volte, 1 oggi)