DIRETTA WEB

Sintesi: La Samb ha un debito complessivo di 2,6 milioni di euro, di cui il grosso, 1,5 milioni, con le banche, in ordine decrescente Banca di Lanciano e Sulmona, Banca Truentina, Carisap. Il resto è composto dai mancati pagamenti degli stipendi e dei contributi di questo campionato, e, in misura minore, debiti verso fornitori. Spina ha dichiarato che mantiene il suo impegno come da precedenti accordi presi, ovvero 850 mila euro per la C2 e l’accollo dei debiti ai Tormenti. Che, però,  sono sottoposti alla misura di arresto a domicilio. Ad ogni modo nel pomeriggio il giudice titolare delle indagini ha concesso la delega, ad una moglie di uno dei fratelli Tormenti, di contrattare con i creditori la possibilità di abbattere il debito, per lo meno quello bancario. Mentre l’avvocato Carlo Manfredi mantiene la delega per la vendita della società. Il 30 giugno scade il termine per le iscrizioni: situazione nebulosa e caotica, il rischio è che la Samb scompaia dai campionati professionistici.
ore 20 La seduta si conclude con un applauso per Sergio Spina. Ma la situazione sembra davvero impossibile.
Ore 19,51 Gaspari: il problema è: per questa operazione occorre spendere 3 milioni di euro oppure bisogna pensare al progetto prima di tutto? Io ritengo che questa città, così attaccata alla sua squadra tanto da viverci in simbiosi merita di lavorare su un progetto che abbia un respiro ampio. Basta fuochi di paglia. Io so che Abete a Spina ha detto che un altro fallimento non lo accetterebbero… Nell’ultimo consiglio comunale, l’11 di giugno, abbiamo deciso di mettere a gara la sistemazione del Campo Europa, il comune investirà 200 mila euro, privati altrettanto. A Sergio Spina va detto grazie perché senza vendere fumo è venuto qui dicendo alla città che il suo sforzo arriva fino ad un certo punto, ma non a due o tre volte rispetto a quanto pattuito. Credo che l’impegno di Spina potrà essere quello di essere qui.

Spina risponde a Gaspari: ci sono alcuni imprenditori Adriano Maroni, Spazzafumo Maurizio, Leo Bollettini, insomma, tanta gente che sta pregustando l’idea di darci una mano. Sarebbe complicato di buttare tutto all’aria. Faremo il possibile per salvare la categoria dove siamo precipitati.

Ore 19,49 SPADONI: Ci sono debiti non abbattibili, come i debiti tribunali. C’è la possibilità di poter agire con le banche, e di agire con i fornitori anche se questa è la voce meno pesante anche se non ben quantificata. Una volta che si possano mettere le mani nella massa debitoria delle banche e i fornitori si quantificherà un debito reale che sarà sempre abbastanza lontano dal debito stabilito inizialmente da Sergio Spina. Questo deve avvenire al massimo in una settimana, perché i tempi sono stretti. Comunque stiamo lavorando ad un progetto, al settore giovanile, stiamo facendo dei raduni, qui c’è Vincenzo Sciocchetti che si è preso questo incarico. Naturalmente nessuno sa quale sarà la categoria dove giocheremo.

ore 19,40 LAZZARI (Pd) Se pensiamo che questa squadra sia importante e venga sostenuta, credo che il senso della presenza di Spina nell’aula consiliare è quello di rendere i consiglieri partecipi, e di coinvolgere le parti economiche cittadine per essere vicine a Spina per fare in modo che la situazione debitoria sia colmata. Questo è il ruolo del Comune.

Spina risponde a Luca Bassotti del Corriere Adriatico
: Manterrò fede agli impegni presi, ovvero gli accordi alla famiglia Tormenti. Ieri dicevo che forse era il caso di fare un passo indietro verso chi aveva mezzi superiori ai miei. L’ho detto per agevolare la trattativa. Io mantengo fede degli impegni presi, ma dipende dalla parte debitrice. Per quanto riguarda l’iscrizione, forse quello è il meno, se si abbatte il debito si fa un grande lavoro. Nessuno poteva sapere che accadeva quello che è accaduto. Ma bisogna prepararsi al peggio. Da parte loro non c’è nessun rialzo del prezzo. Quindi c’è un lavoro con i debitori per abbattere il debito di un buon 70%. La trasparenza è questa.
ore 19,36 Gabrielli (Pdl) L’esposizione debitoria a quanto ammonta e visto che c’è la possibilità a trattare attraverso una signora della famiglia Tormenti, quali sono i margini per concludere la trattativa?

Spina risponde: l’esposizione debitoria al netto degli sponsor e i nostri tre mesi pagati (gennaio, febbraio e marzo, anche se marzo non per intero a causa del blocco dei conti correnti) e al netto dei crediti verso la Lega, siamo intorno a 2,6 milioni di euro. Il debito maggiore è verso le banche, poi i contributi da novembre a maggio, per 70 mila euro al mese. Fornitori privati soltanto 150 mila euro.
Ore 19,32 Piunti (Pdl) Una nota di merito per Sergio Spina. Il fatto di rapportarsi al consiglio comunale credo che sia una cosa che apprezziamo tantissimo. Il Comune può supportare l’imprenditore per portare avanti questa volontà. La sua passione aiuta per risolvere la questione. I tifosi possono fare una pressione positiva e non negativa. Stasera abbiamo sentito la notizia importante, ovvero la delega alla signora Tormenti della trattativa. Se c’è possibilità di ripescaggio, non facciamocela sfuggire. Oggi come oggi è fondamentale che si crei un corpo unico tra società, tifosi, città, stampa, per risolvere una situazione che per certi versi sfugge.

ore 19, 25 SPINA Volevo fare chiarezza. Avevo accordo preliminare per acquisizione delle quote della Samb per 1,7 milioni in C1, e la metà in C2. Ci siamo trovati due giorni dopo il loro arresto con la Samb retrocessa in C2 con prezzo diverso. Loro avevano opzione di cessione delle quote societarie in caso di C2. Quindi può darsi che in C2 non avrebbero ceduto. Giovedì comunque, il giorno prima dell’arresto, hanno detto: “La Samb comunque la cediamo”. Noi siamo qui e vogliamo portare avanti la trattativa. Tuttavia c’è una situazione debitoria che oggi come oggi non possono affrontare. A livello economico la situazione è pesante. A livello tecnico-giuridico io non posso fare nulla, loro neanche, anche se un’ora fa il giudice ha dato la delega ad una delle signore Tormenti per dare l’incarico di cessione. Quindi entra il 30 giugno c’è una parte debitoria che va coperta. C’è una situazione di stallo che è difficile sbloccare. Venerdì mattina abbiamo parlato con il presidente Abete,il quale non è convinto della possibilità di ripescaggio. Quindi non ci stiamo tirando indietro né nessuno sta rialzando il prezzo, qui c’è una massa debitoria che è importante. Aggiungo che la famiglia Tormenti darà mandato all’avvocato Carlo Manfredi per parlare con le parti creditrici per abbattere questa cifra debitoria.
Assieme a Spina anche il dg Spadoni, il commercialista Ortenzi, in sala il team manager Pierluigi Tassotti, l’imprenditore Nobilioni

ore 19,23 Parla Gaspari: Incontro inusuale, Sergio Spina è un grande tifoso della Samb che vorrebbe avanzare qualche progetto sulla Samb sapendo che stiamo vivendo momenti difficili. Qualche giorno fa Spina – come è naturale ci siamo sentiti – mi ha parlato, voleva capire se la città in qualche modo era disposta ad essere vicina anche quando emergeranno dei problemi, e se le soluzioni a cui lui pensa sono possibili e condivisibili. E ci ha chiesto di venire a dirlo al Consiglio comunale.
ore 19,23 inizia l’incontro
ore 19,18 Il Consiglio sta per iniziare.
ore 19 Tra i presenti anche l’ex calciatore rossoblu Gennaro Grillo. Spina in questo momento è negli uffici della Giunta
ore 18,57 Sergio Spina entra in aula consiliare. Numerosi i tifosi rossoblu presenti. C’è anche il d.g. Spadoni.
ore 18,50 Si tratta in realtà di una commissione allargata all’intero Consiglio Comunale, quindi una sorta di Consiglio Comunale aperto avente per tema la situazione della Samb. Ancora nessuno è presente in aula consiliare.

Ore 17 Alle ore 19 Sergio Spina, presidente in pectore della Samb, incontrerà la Commissione comunale allo Sport, nella quale è presente anche il sindaco Giovanni Gaspari oltre che diversi assessori), per esporre la situazione che si è venuta a creare a proposito della trattativa di acquisto della Samb Calcio.

L’incontro si svolgerà in Sala Consiliare e, come tutti gli incontri di Commissione, è aperto al pubblico.

Rivieraoggi.it pubblicherà in diretta le dichiarazioni delle parti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 5.634 volte, 1 oggi)