SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nel corso dell’ultimo fine settimana sono state portate a termine dai Carabinieri di San Benedetto e d Acquaviva due distinte operazioni. Nella prima è stata data esecuzione ad un ordine di carcerazione comunicato a A.D.A. un 38enne pregiudicato che si trovava agli arresti domiciliari.

Il soggetto dovrà scontare 2 anni di reclusione per fatti inerenti ad infrazione nello spaccio di stupefacenti risalenti al 2008. L’ordine di carcerazione è stato emesso dal Tribunale di Fermo. Il condannato si trova attualmente rinchiuso nelle carceri mandamentali di Ascoli Piceno.

Nella seconda operazione i Carabinieri di Acquaviva, nella notte tra sabato e domenica, hanno fermato una macchina sospetta che aveva parcheggiato nelle vicinanze di un locale notturno della zona. Da un controllo dei due occupanti risultava che la patente del conducente era scaduta e per il fatto che ha cercato di eludere agli agenti questa infrazione è stato denunciato a piede libero.

Il secondo è stato invece trovato in possesso di una quantità di hashish che, sommata a quella successivamente sequestrata nel suo appartamento, ammontava complessivamente a 215 grammi. Pertanto R.T., questo il nome del soggetto, veniva immediatamente arrestato per “detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 822 volte, 1 oggi)