ASCOLI PICENO – L’Udc esclude il sostegno al candidato del Popolo delle Libertà alle elezioni provinciali, Piero Celani, al ballottaggio di domenica prossima. Celani, sindaco di Ascoli uscente, venne sfiduciato con voto consiliare tre mesi prima del voto proprio su iniziativa della stessa Udc.

«Per quanto potrà dipendere dai candidati Udc e da me – afferma in una nota diffusa lunedì pomeriggio Amedeo Ciccanti, vicepresidente del gruppo parlamentare alla Camera dei Deputati – Celani non ha avuto e non avrà i voti del nostro partito per due motivi: uno, perchè si è rivelato un pessimo amministratore, non concludendo niente per Ascoli e tradendo gli impegni elettorali; secondo, perchè si è dimostrato essere il peggior nemico dell’Udc e del suo progetto di centro, avendo attivato una ingenerosa campagna acquisti tra i suoi esponenti e militanti per cancellarlo dalla scena politica locale».
«Piuttosto che votare Celani – aggiunge Ciccanti – diciamo ai nostri elettori di andarsene al mare, così non voteranno nemmeno per il referendum elettorale che Celani sostiene per cancellare con una norma l’Udc e la Lega Nord rimanendo così il Pdl padrone del campo».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.038 volte, 1 oggi)