SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un altro giorno è passato e il 30 giugno si avvicina. Tutto fermo? Non proprio. Sergio Spina sta tentando tutte le vie per trovare una soluzione all’incredibile impasse, i tifosi si incontrano domenica alle 18,30 testimoniando di essere del tutto usciti dall’apatia della prima parte del campionato.
Ma c’è di più: l’avvocato Carlo Manfredi, che segue la vicenda che ha coinvlto la Navigo.it per il versante commerciale, ha incontrato Gianni, Franco e Marcello Tormenti e, dopo alcuni giorni di silenzio, afferma: «Nei prossimi giorni, poiché il tempo stringe, verrà presa una decisione sulla Samb. Ma non è questo il momento di pressare troppo, perché così si otterrebbe il contrario di quel che si vuole». Sul tenore di questa decisione Manfredi, che svolge il suo lavoro in maniera impeccabile, non rilascia indiscrezioni: «Non compete a me, né rientra nelle mie competenze, entrare nel merito della vicenda». Velatamente, si capisce che se ci fosse meno clamore attorno ai tre fratelli costretti a Martinsicuro, forse la questione potrebbe avere un suo corso più spedito. Manfredi conferma nuovamente l’assenza di qualsiasi pregiudizio di tipo giuridico che possa condurre i Tormenti, se lo volessero, a concludere l’accordo con Spina. Ma poi, naturalmente, non può dire nulla riguardo l’effettiva possibilità che questo accordo, di fronte alle pesanti accuse della Guardia di Finanza per l’associazione a delinquere contestata, possa davvero concretizzarsi.
Altre persone vicine ai Tormenti ammettono che «si sta facendo tutto il possibile per sboccare questa situazione».
Ad ogni modo la decisione definitiva, dato il nuovo scenario seguente all’arresto dei proprietari di Navigo.it, sicuramente dovrà avvenire nei primissimi giorni della prossima settimana. Nella migliore delle ipotesi ciò consentirebbe a Spina di divenire, alle condizioni pattuite, presidente della Samb.
Uno Spina che in queste ultime ore si sta muovendo in tutte le direzioni per cercare di trovare la strada giusta. A tal proposito, sembra che Tommaso Ghirardi, giovane presidente del Parma oltre che consigliere della Lega Calcio, possa essere interessato in qualche forma alla Samb, individuata come possibile formazione “satellite” degli emiliani. Fantacalcio? Si saprà meglio nei prossimi giorni.
Per finire, pubblicheremo quanto prima il bilancio della Samb al 30 giugno 2008, mentre diventa veramente difficile ottenere e diffondere informazioni dettagliate e certe su quanto avvenuto negli ultimi mesi in casa Samb. Un dato, al 30 giugno 2008, sembrerebbe emergere: l’esposizione debitoria, complessivamente già forte, sarebbe dovuta soprattutto al ricorso a notevoli aperture di credito da parte di istituti bancari, Banca Popolare di Lanciano e Sulmona e Banca Picena Truentina di Credito Cooperativo principalmente, ma anche la Carisap. Comunque entro il 30 giugno 2009 vi sono da saldare i pregressi con i calciatori accumulato negli ultimi mesi che rappresenta una cifra attorno ai 600 mila euro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.778 volte, 1 oggi)