GROTTAMMARE – Un primo giudizio sulle elezioni provinciali (che si concluderanno con il ballottaggio fra Mandozzi e Celani) arriva anche dal Circolo del Partito Democratico di Grottammare, che esprime innanzitutto soddisfazione per il risultato del candidato Mandozzi e, dopo oltre 30 anni di assenza, l’elezione certa al consiglio provinciale di un rappresentante del centrosinistra grottammarese, Luigi Travaglini, terzo fra i 24 candidati del Pd.

Natalino Mori, come coordinatore del Circolo Pd, afferma inoltre che «tutti gli elettori vanno rispettati, le loro indicazioni devono essere oggetto di considerazione e disponibilità da parte della politica locale».

L’analisi politica fatta dal Circolo vede una «richiesta di unità da parte del popolo di centro sinistra, che non ha accettato le scelte di divisione dei propri rappresentanti politici e, pur privilegiando elettoralmente il candidato Mandozzi rispetto a Rossi, ha palesemente ed inequivocabilmente  attribuito le responsabilità del mancato accordo ad entrambe le parti».

«Pertanto – conclude Mori – ci si accinge ad affrontare il ballottaggio con molta disponibilità e con il giusto impegno nell’obiettivo di non concedere la Provincia al centro destra, nei confronti della quale l’elettorato provinciale, concedendo la maggioranza dei voti ai candidati del centro sinistra, ha restituito con il voto un sostanziale segnale di sfiducia».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 764 volte, 1 oggi)