TERAMO – Il Pdl a Teramo fa incetta di voti e porta in Provincia Valter Catarra e al Comune Maurizio Brucchi

 

PROVINCIA: Il neo presidente della Provincia ha ottenuto 86.521voti (50,01%), contro gli 83.361 (48,3%) di Ernino D’Agostino per il centrosinistra. 2.831 voti invece per La Destra con Emanuela Di Giacinto (1,6%).

Il centrodestra torna alla Provincia dopo 18 anni di governo di centrosinistra. Una conquista ottenuta in una battaglia all’ultimo voto, dato che si è evitato il ballottaggio proprio grazie ad uno scarto di sole 29 preferenze.

TERAMO: Maurizio Brucchi, del Pdl, è il nuovo sindaco di Teramo. Ha ottenuto 20.238 voti (57,06%), mentre Paolo Albi del Pd 13.227 (37,29%). Si aggiudica così la fascia di primo cittadino evitando il ballottaggio.

TORTORETO: Generoso Monti, della lista di centrodestra “Tortoreto sempre” conquista il Municipio, dopo 14 anni di governo di centrosinistra. Ha ottenuto il 67,12% delle preferenze, contro il 32,88 della lista “Per Tortoreto” di Rolando Papiri.

NERETO: Stefano Minora vince con la lista civica “La Fonte”, ottenendo il 44,07% dei voti, contro la lista “Nereto Democrazia” di Claudio Del Moro (29,60%) e la lista “Uniti per Nereto” di Giuseppe Fagotti (26,31%).

SANT’OMERO: Alberto Pompizi è il nuovo sindaco della città. La sua lista “Impegno per Sant’Omero” vince con il 55,03% dei voti e relega il centrosinistra all’opposizione.

TORANO: Dino Pepe riconfermato primo cittadino con un plebiscito di voti dell’82%. La lista “Nuovo Torano” di Adelina Goldoni consegue invece il 18,38% delle preferenze.

CORROPOLI: Umberto D’Annuntiis, del centrodestra, vince con il 66,39% dei voti sull’avversario Guido Rosati (che ha ottenuto il 33,60%), continuando così il governo di centrodestra che era stato avviato con D’Aristotile.

ANCARANO: Pietrangelo Panichi diventa sindaco grazie all’affluenza in massa dei cittadini alle urne. La sua lista “Civica Ancaria” era l’unica che era stata presentata per la corsa alle amministrative e il voto pertanto sarebbe risultato valido solo se alle urne si fossero recati almeno 840 cittadini dei 1673 elettori per raggiungere il quorum necessario. In caso contrario si prospettava il commissariamento. Così non è stato dato che ai seggi si sono presentati 1078 votanti, che hanno quindi decretato Panichi sindaco della città, con 861 voti ottenuti.

SANT’EGIDIO: Anche a Sant’Egidio vittoria del centrodestra con Rando Angelini che relega all’opposizione l’uscente Stefania Ferri. La lista “Progetto Comune” di Angelini consegue il 51,51% delle preferenze, mentre “Progresso solidale” della Ferri il 48,48%.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.366 volte, 1 oggi)