SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Pdl si riconferma il primo partito sambenedettese, mentre il Pd vede erodere il suo consenso a favore di Idv, Sinistra e Libertà e Rifondazione-Comunisti Italiani. I dati definitivi del voto per le elezioni europee, con 43 sezioni scrutinate su 43, vedono il Pdl al 41,27%, in sostanziale tenuta rispetto alle politiche 2008 (41,7%).

Segue il Pd al 25,40%, un calo sostanziale rispetto all’anno scorso (36,5%). Ne beneficia soprattutto l’Idv, che schizza al 9,43% (era il 4,9% l’anno passato). Bene anche i partiti di sinistra, con Sinistra e Libertà al 4,94% e Rifondazione-Comunisti Italiani al 4,29%; netta la crescita rispetto al 3,1% raccolto nel 2008 dalla Sinistra Arcobaleno. Rimane stabile l’Udc, che raccoglie il 5,52% dei voti (l’anno scorso era il 5,2%).

Sorprende il dato della Lega Nord, al 3,89% (era 1,3%); buon risultato anche per i Radicali, al 2,56%. Risultati inferiori all’1% per le altre liste: Partito Comunista dei Lavoratori (0,90%), Fiamma Tricolore (0,85%), Forza Nuova (0,49%), L’Autonomia (0,34%) e Liberaldemocratici (0,12%).

I votanti sono stati 25.848 sui 39089 aventi diritto (66,14%). Le schede valide sono state il 95,13%, le bianche 1,98%, le nulle 2,74%, le contestate lo 0,15%.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.472 volte, 1 oggi)