LECCO: Zappino, D’Ambrosio, Guglielmi,Galeotti. Chomakov, Mateo, Galeotti, Carlini, Bernini, Antonioni, Guglieri, Montalto.. A disposizione: Andreoletti, Carrara, Corti, Romanelli, Sangiovanni,Preziosi, Alteri All. Pellegrino

Sambenedettese:Marconato, Tinazzi, Sirignano, Palladini, Lanzoni, Caccavale,Magnani Traini, Cammarata, Magnani, Ferrini, Titone. A disposizione: Dazzi, Bonfanti, Forò, Carozza, Morini, Pippi, Califano. All. Rumignani

Arbitro: Nasca di Bari

Reti : Carrara all’ 81′
Nella Samb rispetto alla gara d’andata due modifiche nella formazione iniziale con Traini per Marino e Titone per Pippi. In panchina si rivede Califano. Morini ancora escluso-
NOTE : Spettatori 5000 Circa di cui un migliao proveniente da SBT. Prima della partita il presidente Spina è entrato in campo coi giocatori incitandoli uno per uno. Temperatura accettabile intorno ai 22′.

4′ Primo di tiro della Samb con Palladini da fuori area, ma la palla finisce sopra la traversa.

6′ Tiro rasoterra di Traini su assist di Palladini facilmente parato da Zappino.

13′ Grande parata di Marconato su tiro di Bernini presentatosi davanti a lui su cross di Montalto.

18′ San Marconato respinge in angolo un tiro di Montalto scagliato da pochi metri. Dopo un buon inizio la Samb lascia l’ iniziativa ai padroni di casa pericolossimi in un paio di circostanze. La partita è comunque vibrante e inadatta ai deboli di cuore.

26′ Ammonito Galeotti che con un piede colpisce il viso di Titone lanciato in contropiede. Palladini viene schierato troppo in avanti addirittura dietro Cammarata ! La Samb gioca prevalentemente sulla fascia sinistra ma Titone è costretto a ripartire dalla trequarti e non può da solo percorrere tutto il campo in quanto Sirignano non si sovrappone mai.

36′ Ammonito Palladini

44′ Ammonito Caccavale che al temine di un’ azione ha una vivace discussione con l’ irritante portiere locale Zappino.
46′ (recupero) Palladini salva sulla linea un colpo di testa di Mateo destinato in fondo alla rete. Si conclude un primo tempo deludente in cui il Lecco ha giocato in maniera intelligente ed ha avuto, dopo aver fatto sfogare la Samb nei primi dieci minuti, tre clamorose azioni da gol sventate da un grande Marconato e dall’ onnipresente Palladini. Samb praticamente insesistente in attacco dove Cammarata è ingabbiato dalla difesa locale e sulla fascia destra Magnani non riesce mai a superare l’uomo. Se Rumignani nella ripresa non si inventa qualcosa sarà difficile riuscire a espugnare il “Ceppi”.

All’ inizio del secondo tempo Morini ( che realizzò il gol vincente su rigore nella stagione regolare) e Forò sostituiscono rispettivamente Titone e Ferrini.

49′ Marconato respinge coi pugni una pericolosa punizione di Chomakov.

53′ Pericoloso colpo di testa di Montalto che in area anticipa Traini ma il pallone finisce fuori di poco alla sinsitra di Marconato.

56′ : Alteri sostituisce il pericoloso Montalto.Rumignani risponde dopo un minuto schierando Pippi al posto dell’ evanescente Magnani : Samb a tre punte.

60′ Continua la sfilata degli ex : Romanelli sostituisce Galeotti. Samb in evidente difficoltà a centrocampo tutto sulle spalle del povero Palladini che deve cantare e portare la croce.

67′ Ultima sostituzione del Lecco con Carrara che prende il posto dell’ esausto Bernini. Il tempo passa ma non succede niente. Curva rossoblu’ encomiabile nell’ incitare la Samb
71’Ammonito Pippi per una brutta entrata su un difensore avversario.

75′ Ammonito Guglieri.

76′ Doppia clamorosa azione da gol della Samb: prima Morini colpisce il palo, poi riprende Pippi che da’ il pallone a Palladini il cui tiro viene respinto da Zappino sulla linea.

80′ E’ la fine : Carrara supera Caccavale dopo un contrasto e si invola da solo superando Marconato. Subito dopo viene espulso Carozza, reo di avere colpito con la mano un avversario entrando in campo dalla panchina,

85′ Si sfiora la rissa : ammonito anche Pippi.

90′ Punzione di Morini facilmente parata da Zappino. L’arbitro concede 5′ di recupero.

Ore 17,54 : finisce un sogno dopo sette anni di C1 e Prima divisione la Samb retrocede in Seconda Divisione. A Rumignani non è riuscito il miracolo. Il Lecco ha complessivamente meritato la salvezza dispuntando due partire coriacee condite da carattere e cattiveria agonistica oltre a una tecnica superiore. Questi giocatori rimarranno nella storia perchè, al di là delle deficienze tecniche, non sono stati capaci di buttare il cuore oltre l’ ostacolo. La curva rimane ammutolita : è l’ immagine piu’ sconsolante di una stagione disatrosa, non ha neanche la forza di ritornare a casa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 5.251 volte, 1 oggi)