GROTTAMMARE – Prevenire il disagio in campo culturale è un modo per avvicinare i giovani attraverso un linguaggio che ben conoscono: è l’obiettivo dello Smart tour, organizzato in collaborazione con l’Ambito territoriale sociale 21, che ha visto diverse realtà locali mettersi in gioco in vari campi, l’arte, lo sport, il musical e della musica.

La tappa del 6 giugno si terrà al Depart, dalle 17 alle 24, a cura dei centri Stile Libero e lìIsola che c’è di Grottammare e Centro di Aggregazione Casa Colonica di San Benedetto del Tronto, vedrà diversi tipi di arte interagire fra loro.

«Lo scopo dello Smart tour – spiega il consigliere delegato alle politiche giovanili Daniele Mariani – è quello di stimolare ed incentivare la creazione spontanea di gruppi attivi di giovani e pertanto di offrire loro una valida alternativa alla quotidianità, creando luoghi di aggregazione attivi tutto l’anno. Da questo punto di vista Grottammare rappresenta di certo un’eccellenza locale, con ben tre centri di aggregazione attivi per una popolazione giovanile (dai 13 ai 17 anni) che ammonta a 788 persone e che rappresenta la fascia più critica».

A partire dalle 17 sarà possibile visitare gli stand espositivi di giovani artisti e quindi le opere pittoriche di Sandro Di Vitantonio, le fotografie di Sonia Marconi ed i quadri e le istallazioni di Giorgio Durzi e Timoteo Sceverti.

L’evento prevede anche un laboratorio creativo per la realizzazione di strumenti musicali e non solo, con materiale di riciclo. Inoltre, si esibiranno sul palco giovani band emergenti e gruppi musicali del territorio piceno: i Full stop, i Neered, i Neurotics, gli heka e Ioni&Checco.

In serata invece l’esibizione dei Rigenera, gruppo romano rock and roll, formato da Lorenzo Fra ioli (voce e chitarra), Rossano Borraccini (chitarra), Alessandro Pandozy (basso) e Emiliano Turoldo (batteria).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 418 volte, 1 oggi)