CUPRA MARITTIMA – Ultimissimi appuntamenti elettorali di Massimo Rossi. Mercoledì 3 giugno ad esempio si è tenuto l’incontro al Cinema Margherita tra il presidente uscente della Provincia e Nando Dalla Chiesa. Moderatrice della serata la giornalista Sandra Amurri.

Diversi gli argomenti toccati durante la serata. Innanzitutto il professor Dalla Chiesa ha fatto un appello ai cittadini che stanchi dei giochi della politica pensano di non presentarsi alle urne sabato e domenica: «Andate a votare, perchè l’astensionismo non spaventa chi ci governa».

A proposito Rossi ha aggiunto: «Sinceramente non mi sento di condannare chi non vota, né di fare appelli, perchè è colpa della politica se i cittadini non vanno a votare, è la politica stessa che non riesce a dimostrare ai cittadini che sta lavorando per loro».

Riguardo la candidatura di Rossi lo stesso Dalla Chiesa ha dichiarato: «Dappertutto, pur di non farlo candidare, gli avrebbero offerto un posto da sindaco, assessore o un altro incarico istituzionale ma lui ha commesso una “eresia” ed è sceso in campo contro il candidato del gruppo del Pd locale».

«Oggi c’è una tendenza – ha proseguito Dalla Chiesa – da parte delle elite politiche prive di lungimiranza, che pur di conservare il potere e promuovere l’interesse privato o di pochi non guardano al bene della collettività. Auspichiamoci uno scrollamento della politica affinchè si renda conto che non è così disincarnata dai cittadini».

Rossi ha ammesso infatti che «nell’ambito locale si è creata una situazione assurda e inaccettabile nella quale la politica ha perso di vista il fine e si è concentrata sul mezzo. È diventato importante vincere le elezioni per il fine unico di vincerle e per perpetuare il potere del gruppo».

«Così – ha concluso il candidato – i valori alla base dell’azione politica vengono meno e si perdono i contenuti della politica. Per uscire da questa situazione bisogna costruire percorsi dal basso, promuovere la partecipazione e rileggere la funzione di amministratori come un servizio, come un ruolo di facilitatori della democrazia: è fondamentale ricostruire un rapporto vero e serio tra coloro che eleggono e coloro che sono eletti».

Alla serata era presente anche “Zoro”, ovvero Diego Bianchi, l’opinionista del web che si esprime dal 2003 sul suo blog zoro.blog.excite.it, collaborando anche con il sito di “La 7” scrivendo la rubrica “La7 di 7oro” e realizzando video su “politica, Pd e dintorni” pubblicati sul suo canale personale di youtube dal titolo “Tolleranza Zoro” e andati in onda nel programma di Rai Tre “Parla con me”.

Successivamente sono saliti sul palco i candidati del collegio Cupra, Massignano e Montefiore di Massimo Rossi, ovvero Caterina Di Girolami per “Piceno al Massimo”, Sara Giorlando per “Sinistra per Rossi” e Avelio Marini per “Soliodarietà, ambiente e partecipazione”.

L’incontro è stato introdotto e concluso da Francesco Garolfi, chitarrista e critico musicale originario di Cupra che ha voluto ripercorrere il ’68 eseguendo brani dei Beatles, Bob Dylan, e di Jimi Hendrix.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 985 volte, 1 oggi)