SAN BENEDETTO DEL TRONTO -Ospedale, l’Ugl provinciale accusa l’amministrazione di aver ridotto il personale degli Os (operatori sanitari) presso il Pronto Soccorso.
«Nei giorni scorsi ci sono pervenute notizie fondate di una riduzione di OS nel turno diurno 7-14 e 14-22 presso il Pronto Soccorso. In via precauzionale, abbiamo avvertito che l’Ugl Provinciale non accetterà nessuna riduzione del personale OS neppure in via transitoria. Il solo pensare a questo da parte di chi amministra l’ospedale lascia sconcerati. Inoltre abbiamo formalmente evidenziato la necessità di prevedere due Os nel turno notturno, in linea con quanto correttamente deciso dai Pronto Soccorso di Ascoli e Fermo»
Benito Rossi dell’Ugl poi afferma che la lettera di protesta è rimasta inascoltata e la riduzione si è verificata. «Definiamo tutto ciò una semplice vergogna soprattutto quando si ha a che fare con un servizio molto spesso costretto ad affrontare la copertura di inefficienze che dovrebbero essere sanate attraversi altri livelli di organizzazione e da maggior personale. L’aumentata attività radiologica notturna non può essere sopperita con un solo Os a differenza invece di Ascoli e Fermo dove questo serio problema lo hanno già risolto. La soluzione trovata – conclude Rossi – è stata quella di stirare la coperta corta degli OS creando forti disagi ai lavoratori ma soprattutto all’utenza stessa la quale sicuramente non potrà avere benefici da una situazione determinata da una pessima programmazione o addirittura, peggio, dal tentativo di risparmio sulla spesa corrente».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 728 volte, 1 oggi)