SAN BENEDETTO DEL TRONTO. Iniziato venerdì 29 maggio, il festival della pace “Peace Now”, organizzato dal Comune, con la collaborazione del dj “Gianni Schiuma” animerà fino al 2 giugno il centro di San Benedetto con nomi, iniziative e messaggi di fama internazionale.

Il Festival è dedicato ai bambini palestinesi, che come tutti i bambini del mondo amerebbero giocare, ridere, scherzare invece di essere vittime innocenti di una guerra interminabile.

Questa era la motivazione ufficiale scritta sulla pergamena consegnata dal sindaco Gaspari al responsabile culturale dell’Ambasciata palestinese a Roma, il dott. Moh’d Yassine, alla presenza di Yosuf Hamdouna, rappresentante di una scuola in Palestina. Lo scopo è quello di conferire la cittadinanza onoraria simbolicamente a tutti i bambini palestinesi .

Dopo lo spettacolo di ieri “Senza confini: ebrei e zingari”, organizzato dall’attore Moni Ovadia e affiancato da dieci straordinari musicisti, dopo grandi ospiti come il filoso Gianni Vattimo e il poeta e scrittore Ennio Cavalli (giornalista del GR1 RAI), il festival continuerà nei prossimi giorni con altri eventi e iniziative. Lo scopo è quello di voler abbattere i confini geografici, annullando il razzismo e dando un senso diverso e pieno alle cose.

Durante tutta la durata della manifestazione saranno presenti nel centro cittadino gli stand di “Save the Children” (90° anniversario), “Emergency” (15° anniversario), “Amnesty International” (premio Nobel per la Pace 1977);

Presso l’Hotel Calabresi verrà esposta la mostra fotografica “imagine” (Nepal e Tibet) di Raffaella Milandri con asta di beneficenza, mentre presso la scuola Caselli, in via Moretti verrà esposta la mostra “È il mio ambiente” (referente: Maria Luisa Sceverti)

Domenica 31 maggio dalle ore 10.00 nei pressi della foce del torrente Albula c’è stata l’esibizione degli aquilonisti sanbenedettesi in spiaggia, con la partecipazione delle terze classi della scuola Piacentini. Alle 16.30 in piazza Matteotti, la Cooperativa Systema ha allestito il Ludobus e disegni degli alunni dei 3 circoli didattici, mentre alle ore 17.00 la Mo Better Band si è esibita in un concerto itinerante nel centro della città. Infine allle 17.30 in viale Secondo Moretti lo spettacolo di Ori Weyl, il divulgatore scientifico israeliano.

Martedì 2 giugno alle 10.30 nel centro cittadino si terrà la deposizione di corone presso i tre monumenti ai caduti, alle 11.00 presso la Palazzina Azzurra la prof.ssa Benedetta Barbisan (Diritto costituzionale comparato, Università di Macerata) relazionerà su “Conosci la Costituzione” e sarà consegnata copia della Costituzione ai diciottenni di San Benedetto del Tronto e del comprensorio.

Alle ore 21,30 al Teatro Concordia, sarà una serata di musica e poesia: “Guerra? No, grazie!”
a cura del Bitches Brew – Jazz Club – ingresso 10 euro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 367 volte, 1 oggi)