ANCONA – Su iniziativa del Presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca, la Giunta regionale ha approvato l’attuazione del secondo lotto di lavori (di oltre 7 milioni di euro)  per la realizzazione di dorsali e reti di distribuzione in fibra ottica, un intervento che in totale prevede la posa di 707 km di cavi, in 147 comuni interessati.
«Procede spedito il piano di copertura a banda larga dell’interno territorio regionale. Le reti in fibra ottica funzionali alla connettività a banda larga – ha sottolineato Spacca –  sono una condizione essenziale per lo sviluppo di infrastrutture di telecomunicazione utili a mettere a disposizione della comunità regionale servizi digitali avanzati. Non solo strade, ferrovie, aeroporti e logistica, quindi. Lo sviluppo, specie delle aree svantaggiate interne e dei piccoli comuni passa sempre di più per le infrastrutture telematiche, come la banda larga, strumento privilegiato per la diffusione di servizi digitali avanzati».
Il secondo lotto dell’opera è previsto dal Piano telematico regionale. Questo trova finanziamento nell’ambito del Programma attuativo del Fondo aree sottoutilizzate (Fas) 2007 – 2013, approvato dalla Giunta regionale nel febbraio scorso, dopo il confronto con il Ministero per lo sviluppo economico.
La realizzazione degli interventi è stata affidata alla Società infrastrutture e telecomunicazioni Spa (Infratel) in qualità di stazione appaltante. La Regione ha anche approvato la convenzione tra Marche e Infratel, per l’attuazione del programma.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 614 volte, 1 oggi)