SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nessuna tragedia per fortuna per il motopeschereccio “Mariella I”. Durante la notte tra giovedì 28 e venerdì 29 maggio infatti, la Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto ha richiesto l’intervento del Comando dei Vigili del Fuoco di Ascoli Piceno a causa di un incendio a bordo dell’imbarcazione.

Il motopeschereccio “Mariella I”, uscito dai cantieri navali che lo hanno costruito solo pochi mesi fa, era impegnato in una battuta di pesca a circa 18 miglia al largo della costa, ovvero nelle acque di Porto San Giorgio, quando è scoppiato l’incendio e l’equipaggio, composto da 4 persone, si è subito messo in salvo, grazie al motopeschereccio “Luema” che si trovava nelle vicinanze.

Sull’imbarcazione è anche scoppiata una bombola di Gpl che ha alimentato ulteriormente l’incendio facendogli assumere proporzioni maggiori.

Mentre i Vigili del Fuoco, a bordo della motonave della Capitaneria di Porto, cercavano di contenere l’incendio e a raffreddare le lamiere dello scafo con getti di acqua, è intervenuta anche, alle 4.20, una motobarca dei Vigili del Fuoco dal porto di Ancona dotata di tutte le attrezzature per questi casi.

L’incendio è stato completamente spento solo alle 9.10. Così i Vigili del Fuoco hanno potuto effettuare un sopralluogo constatando l’effettiva estinzione dell’incendio e riscontrando inoltre non vi erano infiltrazioni d’acqua nello scafo.
Infine, il motopeschereccio è stato rimorchiato da parte del motopeschereccio “Luema” fino al porto di Giulianova.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.487 volte, 1 oggi)