SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il basket sambenedettese non retrocede: l’Adriatica Bitumi Basket San Benedetto ha vinto a Fermo gara due degli spareggi play out, portandosi sul 2-0 contro la squadra fermana e ottenendo la salvezza.
Dopo la vittoria casalinga i ragazzi di coach Nello Poggi si sono imposti anche in trasferta al termine di una partita non bella ma combattuta. I rossoblu hanno condotto il match praticamente sin dalle prime battute, contenendo poi la reazione dei padroni di casa e mantenendo la lucidità necessaria per portare a casa il successo nella lunga serie di tiri liberi finali. Una vittoria che significa la permanenza in serie C2, scacciando l’incubo di una retrocessione che sarebbe stata un’atroce beffa per una formazione partita con l’obiettivo play off.
«Putroppo abbiamo pagato un pesante dazio ai troppi infortuni che hanno colpito durante tutta la stagione i nostri atleti – spiega Tonino Valori, presidente del Basket Club – Siamo arrivati al punto di avere anche quattro, titolari fuori, con una media complessiva di due assenze fisse a partita».
Una situazione che non ha solo privato la squadra di elementi decivisi come Christ, Martinez, Mattioli, Grossi, ma ha caricato sul resto della rosa un minutaggio troppo elevato per mantenere forma e lucidità fino alla fine del campionato: «Lo si è visto nella seconda parte del torneo, quando abbiamo incassato una serie di sconfitte che dalla lotta per i play off ci ha scaraventato in piena bagarre retrocessione – continua Valori – La stanchezza e la conseguente incapacità della squadra di mostrare cio’ che e’ in grado di fare ha portato nervosismo e sconfitte, costringendoci fino allo spareggio, fortunatamente finito nel migliore dei modi».

QUESTA LA CRONACA DI GARA UNO APPARSA SUL SETTIMANALE RIVIERAOGGI DI LUNEDI’ SCORSO:

È partita col piede giusto l’Adriatica Bitumi Basket Club San Benedetto, impegnata nella finale play out del campionato di serie C2. I rossoblu hanno battuto la Victoria Fermo per 87-72 in gara uno dello spareggio salvezza.
Unico dato negativo, l’infortunio a capitan Mattioli che, colpito a un piede da un avversario, ha riportato una distorsione alla caviglia che ne mette in forte dubbio la presenza mercoledì prossimo (27 maggio) a Fermo, per la seconda partita. Un impegno che i sambenedettesi di coach Nello Poggi puntano ora a vincere, bissando il successo già ottenuto durante la stagione
regolare e chiudendo la pratica finale senza dover tornare al PalaSpeca per gara tre.
Il match è iniziato su buoni ritmi, con l’Adriatica brava a imporre la propria circolazione di palla, puntando sia sulla soluzione da fuori (Mattioli, Martinez, Camerano), sia sui centimetri di Christ. Dall’altra parte il giovane team fermano si aggrappa all’esperienza dell’eterno Meneghini (27-23). I padroni di casa allungano nel secondo quarto (45-36), senza però riuscire a trovare il colpo del ko. Fermo riesce così a riportarsi sotto a più riprese, non riuscendo però a superare la soglia del meno 5. Chiuso il terzo tempo sul 54-46, l’Adriatica soffre ancora l’ennesima tripla di Meneghini, ma sul 73-68 piazza un break di 10-0 che stronca la resistenza ospite.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.085 volte, 1 oggi)