SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’incendio divampato nella notte di giovedì 28 maggio a bordo del peschereccio “Mariella” è stato spento e l’equipaggio è salvo. A darne conferma è la Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto. «La prima segnalazione dell’incendio – spiega la Capitaneria – c’è stata alle 23.30 e siamo intervenuti il prima possibile insieme all’unità navale dei Vigili del Fuoco».

Prosegue la Capitaneria: «L’imbarcazione si trovava nelle acque di Porto San Giorgio e una volta arrivati sul punto le fiamme avvolgevano già tutto il “Mariella”. A causa delle condizioni meteo non favorevoli, ovvero del mare mosso e del vento forte, l’incendio è stato spento intorno alle 10.30 del mattino di venerdì, grazie anche all’intervento della Capitaneria di Ancona, arrivata sul luogo intorno alle 4.30 del mattino. Il motopesca è stato poi rimorchiato fino al Porto di Giulianova, luogo dove è stato costruito».

«Inizialmente – spiega ancora la Capitaneria – l’equipaggio a bordo del “Mariella” ha provato a domare le fiamme ma non ce l’hanno fatta, hanno così chiesto aiuto e si sono imbarcati su una zattera di salvataggio. Sono stati poi recuperati da un altro motopesca e condotti al porto di San Benedetto: fortunatamente non hanno riportato nessuna ferita o ustione».

Per quanto riguarda le cause e le dinamiche, la Capitaneria di San Bendetto afferma: «L’incendio dovrebbe essere iniziato dalla sala macchine ma è difficile capire il problema scatenante. Verrà comunque aperta un’inchiesta per determinare, per quanto possibile, le cause». Attualmente sono quindi in corso gli accertamenti. 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.566 volte, 1 oggi)