SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il 15° Festival Ferré nasce da un atto d’amore degli artisti che lo interpreteranno per la canzone francese. La grande canzone d’autore francese, quella della triade formata da Georges Brassens, Jacques Brel e Léo Ferré.

Forse mai nella storia della musica legata alla parola si è verificata una convergenza contemporanea di così alto potenziale artistico, e quest’anno il Festival Ferré vuole celebrare un evento che ha portato la canzone narrativa ai vertici dell’espressione poetico-musicale e ha creato una folta schiera di formidabili cantautori che se ne sono proficuamente nutriti, specialmente in Italia.

Domenica 20 giugno, Alberto Patrucco, attore di cabaret, scrittore di libri di satira politica e di costume, traduttore di canzoni francesi à texte (con testo poeticamente impegnativo), interpreterà Georges Brassens in alcuni dei suoi titoli più belli, accompagnato dal suo quartetto. L’esibizione ha già riscosso ampio successo nell’ultima edizione del Festival Tenco nel 2008.

In prima parte, si esibirà Roberto Nardin, attore, cantante e architetto, interprete appassionato di Léo Ferré di cui in trio presenterà delle formidabili canzoni a temi e ritmi dolci e forti, come è nello stile eroico e sublime del cantautore monegasco. Canzoni inedite in italiano.

Lunedì 21, Luca Faggella, filosofo, attore, compositore e cantante, premio Tenco 2002 come migliore autore emergente, interprete straordinario dell’opera struggente del cantautore livornese Piero Ciampi, interpreterà in quartetto Jacques Brel nelle sue canzoni più belle e travolgenti, come nel suo splendido album Hiva Oa che prende il titolo dall’isola polinesiana dove Brel scelse di chiudere la sua vicenda artistica e umana irripetibile.

Mauro Macario, attore, poeta e autore di romanzi, sarà il vibrante protagonista di un omaggio librato tra poesia e canzone e dedicato al suo grande Maestro Léo Ferré, concertandolo con l’artista marchigiano Lucio Matricardi e il suo trio.

Il 15° Festival Ferré è realizzato grazie alla passione delle persone che sono capaci di gettare il cuore oltre l’ostacolo pur di far continuare e traghettare, al di là dell’anno di crisi economica, una manifestazione come il Ferré, tutt’altro che banale come troppi degli spettacoli attuali.
Le due serate di domenica 20 e lunedì 21 giugno si terranno al Teatro Concordia di San Benedetto alle ore 21,15. L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti.Informazioni e prenotazioni: Nuovi Orizzonti 0735/588946 339/2142416 – 328/4832044

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.650 volte, 1 oggi)