RIPATRANSONE – In prossimità delle elezioni si finisce per notare ogni minimo particolare, senza cattiveria ovviamente, ma con uno spirito critico. E non abbiamo potuto non notare l’invio ai cittadini di due lettere, la prima come pubblicità politica dell’attuale sindaco Paolo D’Erasmo, candidato come consigliere provinciale con il Partito Democratico – e fin qui “ordinaria amministrazione” – la seconda è un pieghevole titolato “Ripa cresce”, dove vengono elencate le varie inaugurazioni che si terranno il 30 e 31 maggio e il 2 giugno: nove inaugurazioni in tutto concentrate nel fine settimana precedente le elezioni.

Per un Comune problematico come quello di Ripatransone, che vede un territorio molto esteso e, in rapporto, con un esiguo numero di abitanti (poco più di 7 mila), di certo inaugurare diversi progetti è una nota di plauso, soprattutto quando si tratta di progetti come una nuova asfaltatura, visto che ancora oggi alcune delle strade di periferia sono sterrate.

Nel particolare, il 30 maggio verranno inaugurati, alle 11, l’asfaltatura di strada San Giovanni, in località San Savino, alle 16 il campo di calcio in località Cabiano, realizzato con un finanziamento privato in accordo di programma. Per questo appuntamento si incontreranno la Avis di Ripatransone e la Robur di Grottammare. Alle 17 infine si terrà la posa della prima pietra dell’asilo nido, scuola materna e centro polivalente presso il centro residenziale “La Vigna”, progetto realizzato con un finanziamento privato in accordo di programma.

Domenica 31 maggio altre tre aperture, alle 15,45 l’inaugurazione dei primi 17 alloggi di edilizia pubblica, presso località Fonte Abeceto, mentre alle 16,45 verrà inaugurato il “Giardino Monterone”, ristrutturato grazie ai finanziamenti di Quartiere. Si terrà inoltre la presentazione dei lavori di recupero ex Cantine Cardarelli per la realizzazione di ulteriori 12 alloggi di edilizia pubblica e della nuova sede del Museo della civiltà contadina ed artigiana, con la presenza del Presidente della Regione Gian Mario Spacca e l’Onorevole Luciano Agostini.

Infine alle 17,30 verrà inaugurata la nuova strada “Via delle fonti”, presso la piazza Don Cellini, sempre realizzata attraverso i contratti di quartiere.

Martedì 2 giugno, per la festa della Repubblica, alle 18,30 si terrà l’inaugurazione della nuova rete gas-metano Valtesino Petrella, presso la Chiesa di Santa Maria della Petrella, mentre alle 21 l’inaugurazione dell’illuminazione dei monumenti delle piazze XX settembre e Ascanio Condivi, opere realizzate con il finanziamento Regione Marche per i Centri commerciali naturali.

Per concludere alle 21,15 l’inaugurazione della nuova illuminazione pubblica in via Garibaldi, ottenuta con il finanziamento dei contratti di quartiere.

Nove inaugurazioni, alcune forse un po’ “forzate”, come l’asfaltatura di una strada e la conduttura del gas, alla base dei diritti di ogni cittadino, ma per rendere partecipe la cittadinanza.. può anche starci. I cittadini, chissà, potrebbero sperare che le elezioni ci saranno ogni mese, a questo punto: quanto meno, portano bene...

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.054 volte, 1 oggi)