SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un bel premio per la sanità sambenedettese: i medici neurologi di San Benedetto (Luigi Curatola, Roberto Gobbato, Cristina Paci, Terenzio Carboni, Sandro Sanguigni, Giordano D’Andreamatteo) e la caposala della stessa Unità Operativa (Giuseppina Coccia) hanno ricevuto, in occasione dell’annuale Congresso della Società Nazionale dei Neurologi, Neuroradiologi e Neruchirurghi Ospedalieri, tenuto dal 13 al 16 maggio scorsi, il premio nazionale. L’unità operativa ha presentato un lavoro, in forma di poster, dal titolo “Delirium nella Stroke Unit: una nuova entità nosografica?”
Il premio ricevuto come miglior lavoro nazionale è stato motivato per la tematica che i medici hanno approfondito. L’ictus infatti è una della patologie piu’ frequenti nella nostra società rappresentando la seconda o terza causa di morte nei paesi industrializzati.
Dall’apertura della stroke-unit avvenuta la unità operativa di Neurologia nel 2003 i medici e tutta la equipe della struttura complessa si sono sempre più indirizzati alle urgenze neurologiche ed in particolare alle malattie cerebro-vascolari acute. In questi anni infatti gli operatori hanno approfondito la tematica sia in esperienza clinica che in conoscenza con partecipazione a corsi e convegni ed anche sperimentando nuovi farmaci ancora non in commercio. Erano presenti alla giornata di premiazione il dr. Curatola, il dr. Gobbato e la dr.ssa Paci. Il premio ottenuto è stato un segno di riconoscimento alla equipe della unità operativa di Neurologia per i loro studi ed applicazioni cliniche.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.723 volte, 1 oggi)