SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ritorna anche quest’anno il Gran Premio dell’Adriatico, giunto alla XV edizione e ormai riconosciuto come una delle maggiori manifestazioni nazionali per atleti master (cioè oltre i 35 anni). Il meeting, che assegnerà anche il 7° Trofeo “Giovanni Monti” (alla squadra col maggior punteggio in campo sia maschile che femminile) e il 3° Memorial “Gabriele Marchei” (alla miglior prestazione individuale), è organizzato dall’Associazione Atletica Torrione di San Benedetto, con il patrocinio della Provincia di Ascoli e la collaborazione del Comune di San Benedetto.

Ben 350 atleti, appartenenti a 71 società (20 femminili e 66 maschili), si sfideranno il 23 e 24 maggio presso il campo di atletica di San Benedetto, disputando 550 gare (ogni atleta può disputare più gare). Le società provengono un po’ da tutta Italia, con una prevalenza di squadre marchigiane. Ci sono atleti ancora giovani che hanno appena smesso le gare agonistiche e continuano a gareggiare nella categoria master, ma anche ultranovantenni, come Giuseppe Ottaviani di Fossombrone, campione italiano di lancio del peso (naturalmente nella categoria over 90). Un parco atleti molto qualificato, con diversi campioni europei e nazionali nelle rispettive categorie.

Originali i premi che saranno assegnati ai vincitori: per le squadre, oltre al ricco montepremi, le ormai tradizionali maioliche realizzate dall’artista sambenedettese Augusta Schinchirimini, quest’anno raffiguranti la Palazzina Azzurra, mentre per gli atleti una selezione di vini del Piceno. Verranno anche raccolti fondi per l’Sos Missionario, che realizza opere nei paesi più poveri del mondo. L’obiettivo è lasciare un buon ricordo della Riviera delle Palme negli atleti, che soggiorneranno per tutto il fine settimana a San Benedetto con le loro famiglie, a differenza delle maratone, dove gli atleti in un giorno solo arrivano, gareggiano e se ne vanno.

Non di rado, infatti, gli atleti che hanno partecipato al Gran Premio poi tornano in Riviera per le loro vacanze estive. L’assessore allo sport Eldo Fanini plaude il valore sia sportivo che promozionale dell’evento: «Ogni anno gli iscritti crescono, non è un caso se questa manifestazione dura da 15 anni. Merito della buona organizzazione dell’Atletica Torrione e anche della nostra pista di atletica, che è stata definita la migliore delle Marche. Il turismo sportivo per San Benedetto è molto importante».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 575 volte, 1 oggi)