SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Al Lecco nella gara d’andata dei play out al Riviera mancherà lo squalificato difensore D’Ambrosio fermato per un turno in seguito alla sua espulsione a Portogruaro nell’azione che ha causato il rigore che  ha dato il vantaggio alla squadra veneziana. Al termine della stessa gara vi sono dei gravi disordini con una sassaiola lanciata dagli ultrà lecchesi che colpiva un tifoso del Portogruaro.

Gli agenti, per allontanare gli ultrà, effettuavano cariche in seguito alle quali veniva colpito da una manganellata uno steward locale,  l’incolpevole Gabriele Lena massaggiatore della Berretti locale il quale ha riportato una frattura al setto nasale e rischia di perdere un occhio. Tutto è cominciato come volontà dei tifosi blu celesti di contestare la propria squadra (alcuni supporters hanno anche fermato il pullman della squadra, richiedendo l’intervento delle forze dell’ordine) e di vendicare le presunte provocazioni del pubblico avversario.

Purtroppo tornando alla sassaiola non è il primo caso che vede coinvolti in questi comportamenti i tifosi lecchesi che infatti erano già stati protagonisti in un derby col Como risalente al 2001 di un lancio di sassi contro la polizia senza conseguenze, poi nel 2004 in serie D la società ebbe la squalifica del campo per due giornate e una multa 2000 euro in seguito a  lanci da parte dei suoi tifosi di acqua, urina, lattine e sputi a un guardalinee, colpito anche da un’ asta di bandiera.

La scorsa stagione invece nella partita contro il  Verona  due tifosi del Lecco furono arrestati dalla polizia al termine dell’incontro del Bentegodi in quanto colpevoli di aver acceso, nel corso del primo tempo in curva nord a volto coperto, dei fumogeni  fatti poi cadere dentro il  terreno di gioco. I due dopo essere stati individuati tra la folla fecero anche resistenza aggravata a pubblico ufficiale.

Ma soprattutto nel corso di questo campionato dopo il posticipo casalingo della 18° giornata contro la Pro Patria (1-1 poi nel recupero) sospeso e poi rinviato dal direttore di gara per impraticabilità di campo i tifosi lecchesi furono protagonisti di un vero e proprio agguato a due pullman contenenti tifosi varesini in ritorno verso Busto Arsizio.

Tifoseria un po’ troppo esuberante negli ultimi anni, quella lecchese, che comunque avrà la possibilità di usufruire dei mille biglietti messi a disposizione per la trasferta di San Benedetto: decisione presa dopo la riunione tenuta presso la sede della Lega Pro a Firenze tra le società interessate agli spareggi play-out, è stato reso noto  che per la gara di andata Sambenedettese-Lecco, prevista domenica 31 maggio, saranno a disposizione dei supporters blucelesti 1.000 tagliandi riservati al settore ospiti al costo di € 10 più diritti di prevendita.
Lasciando la cronaca e tornando all’attualità la squadra blu celeste  in questa settimana di pausa è tornata ad allenarsi martedì pomeriggio allo stadio Ceppi. Proseguirà l’allenamento solo il pomeriggio dalle ore 14,30 fino a venerdì 22. Sabato 23 Maggio con inizio alle ore 15,30, invece doveva disputare una gara amichevole con il Renate, società militante nel Campionato Nazionale Dilettanti ma la gara è stata annullata. La squadra di Pellegrino sosterrà tuttavia comunque una partitella amichevole allo stadio Rigamonti Ceppi  ma contro la formazione Berretti.  Domenica completo riposo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.367 volte, 1 oggi)