SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Pdl manda nelle case dei sambenedettesi un nuovo pamphlet dal titolo “Il Faro”, con una caricatura del sindaco Gaspari “studente bocciato” davanti a una lavagna scolastica, con le orecchie da asinello.
Per Marco Lorenzetti (Udc) si tratta di una eccessiva mancanza di rispetto verso le istituzioni cittadine.

Ma l’esponente centristra non lesina però le sue critiche all’amministrazione comunale di centrosinistra. In primis rimprovera la mancata discussione dell’ordine del giorno presentato dall’Udc nel febbraio scorso, in cui si invocava una ampia discussione e concertazione fra Comune, parti sociali e banche sul tema della crisi economica.
«La città è ferma, questo è un dato di fatto. I consigli comunali si faranno dopo le elezioni, le commissioni consiliari sono bloccate, gli assessori in Comune non si vedono mai se non per eventi di parata. Ballarin, Albula, tutto tace. Per le luci di piazza Matteotti si spendono centinaia di migliaia di euro, rifacendo un impianto che avevamo fatto noi con Martinelli. In spiaggia è estate ma la pulizia dell’arenile va avanti lentamente. E poi la pulizia dei tombini. Qualcuno se ne accorge? La vedete per caso compiere? Io no».
Lorenzetti infine rivela una notizia appresa dagli uffici comunali: «Il Comune possiede una ruspa caterpillar nuova, che però riposa nei magazzini e non viene usata per spalare la sabbia. Sapete perchè? I due autisti sono andati in pensione e non sono stati rimpiazzati. E allora ci si rivolge a ditte private».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 537 volte, 1 oggi)