SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si è svolta lo scorso weekend, 16 e 17 maggio, in piazza Giorgini, al centro di San Benedetto, la terza edizione di “Gps Day”, una manifestazione per promuovere l’uso responsabile dell’automobile, attraverso la conoscenza e diffusione dei moderni sistemi di sicurezza attiva e passiva. Due giornate, quindi, all’insegna di una guida sicura e consapevole, specie fra i giovani.

L’evento è stato organizzato dall’Automobile Club Ascoli Piceno-Fermo, in collaborazione con il Comune di San Benedetto del Tronto e la Confartigianato Imprese Uapi Ascoli Piceno e Fermo, associazione interprovinciale che si è messa a disposizione, attraverso una rappresentanza, per informazioni dirette alle imprese e quanti si sono mostrati interessati ai requisiti tecnico professionali per l’accesso alla professione e l’iscrizione all’albo imprese artigiane.
Gli oltre 30 mila visitatori hanno assistito a diverse attività dimostrative, pratiche e formative, come simulazioni di incidenti stradali gestite da alcuni volontari nel ruolo di feriti, giacenti in situazioni critiche, soccorsi dal personale della Croce Rossa, Polizia Stradale, Carabinieri, Aci e Vigili del Fuoco. Sono state effettuate, inoltre, prove gratuite di guida sicura ed ecologica su auto (Mini Bmw), simulazioni di guida su motoveicoli, esposizione di mezzi. L’Assopto ha messo a disposizione attrezzature e personale qualificato per effettuare degli screening visivi completi e gratuiti, al fine di sottolineare l’importanza dell’efficienza visiva durante la guida.
In prova, è stato messo a disposizione, gratuitamente e in sicurezza, un simulatore di crash auto su apposita apparecchiatura di Aci Vallelunga per dare la reale percezione delle conseguenze dell’impatto della propria vettura a soli 30 km orari. A tutti gli intervenuti sono stati distribuiti vari gadgets sul tema della sicurezza stradale, estintori da auto, cassette di pronto soccorso, etilometri usa e getta, misuratori di pressione e di spessore del battistrada dei pneumatici
Numerosi gli enti pubblici e privati coinvolti: la Prefettura, la Polizia Stradale, la Polizia di Stato, la Polizia Municipale di San Bendetto del Tronto, i Carabinieri, la Questura, la Provincia di Ascoli Piceno, la Regione Marche, la Protezione Civile, la Bbc Picena, l’associazione di auto e moto storiche Antiche Ruote, la Federazione Italiana Moto, la azienda Cs Vending, la società Picchio, la società Fg di Francesco Forti, la Recfer, i centri Aci Global della Ditta Alberti e della Ditta Luzi e Cipolloni, l’Ufficio scolastico Provinciale, la Delegazione Aci  San Benedetto del Tronto di Stracci Loretta, la società Aci Vallelunga S.p.A., la Croce Rossa, il Cup, l’Ipsia “Giuseppe Sacconi” di Ascoli Piceno”, l’Assopto, le  concessionarie di auto Citroen di Di Arcangelo e Bmw di Cascioli, la concessionaria di moto Simonelli, l’AISM.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 513 volte, 1 oggi)