SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nei musei si fanno le ore piccole. A dimostrarlo è il grande successo di pubblico per la “Notte dei Musei” di sabato 16 maggio e del pomeriggio di domenica 17 maggio. Si trattava della quinta edizione della “Festa dei Musei”, il cui programma di eventi culturali puntava a far conoscere o riscoprire le realtà museali della città a residenti e turisti.

Sono stati circa 400 i visitatori che hanno complessivamente aderito alle iniziative: dai percorsi guidati alle presentazioni editoriali, dai giochi e le fiabe animate alle degustazioni. Particolarmente significativa è risultata la presenza di giovani sotto ai 25 anni di età, che si è attestata al 20 per cento e che per metà era rappresentata da bambini e ragazzi fino agli 11 anni, confermando così l’andamento annuale degli ingressi ai musei in grado di attirare un pubblico in prevalenza scolastico.

Il viaggio alla scoperta della città e dei suoi tesori si snodava quest’anno verso due direzioni: quella organizzata nell’area portuale, con le sezioni museali delle anfore e dell’ittico, e quella concentrata nell’antico borgo cittadino, con un percorso che ha coinvolto attivamente anche i Musei Sistini del Piceno, facendo una tappa al museo di arte sacra e proseguendo con una visita al “Torrione” o Torre dei Gualtieri e concludendosi con la visita completa dei tre piani di Palazzo Bice Piacentini, con la pinacoteca, l’archivio storico, la biblioteca di Bice Piacentini e la saletta della poesia.

Tutti gli eventi sono stati pensati nell’ottica di far cogliere e ampliare le suggestioni dei luoghi ed erano intimamente accomunati dal tema del mare, elemento di forte identificazione socio-culturale che caratterizza l’essenza stessa delle varie realtà museali cittadine.

«Il favorevole riscontro di pubblico – ha commentato l’assessore alle politiche culturali, Margherita Sorge – che l’iniziativa sta ottenendo e consolidando negli anni ci spinge ogni volta a fare di più. Quest’anno abbiamo raddoppiato la durata, prolungando gli eventi anche alla domenica. Per il prossimo anno cercheremo di ampliare l’offerta culturale coinvolgendo anche altri spazi e servizi comunali molto apprezzati, come la biblioteca e la Palazzina Azzurra».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 283 volte, 1 oggi)