SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Armonia perfetta e delicata. La voce da uccello del sax tenore di Bob Mintzer, sui commenti cromatici del piano di Russell Ferrante, il basso di Jimmy Haslip e la batteria di Markus Baylor, incantano il Concordia, che per una sera sembra materializzarsi sotto le luci di una grande città d’oltreoceano.

Gli Yellow Jackets regalano al pubblico presente un viaggio d’eccezione, in cui s’incontra tutta l’evoluzione della loro lunga e prestigiosa carriera musicale. Dalle sonorità più classiche del jazz fusion alla sperimentazione linguistica e alla contaminazione di generi, che li ha condotti verso l’eleganza e la raffinatezza del jazz elettro-acustico che caratterizza gli ultimi lavori.
Quattro musicisti di grande personalità in perfetto contrappunto, ascoltati con trasporto e applauditi con entusiasmo dalla platea del teatro sambenedettese.

La band ha ripercorso i brani più belli della carriera e le nuove composizioni dell’ultimo album Lifecycle.

Il Bitches Brew Jazz Club presenterà un ultimo appuntamento prima dell’estate, martedì 2 giugno, in occasione del Festival della Pace, per una serata di musica e poesia dal titolo “Guerra? No, grazie!”.

Per info: www.bitchesbrew.org

WEB TV: una sequenza del concerto degli Yellow Jackets al Concordia
Riprese e montaggio di Emily Forlini

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 412 volte, 1 oggi)