MARTINSICURO – Esplode un forno di essicazione a gas alla Ecs di Martinsicuro e rimangono feriti due operai che si trovavano in quel momento davanti all’impianto. L’incidente è avvenuto verso le 21 di ieri giovedì 14 maggio, e il boato dell’esplosione è stato sentito in tutta la zona industriale di Martinsicuro. La Ecs (Energy Conversion System Italy Srl) produce motori per trapani e spazzole in carbone per motori elettrici. Vi lavorano una cinquantina di persone.

In base alla ricostruzione della dinamica, i due operai si trovavano davanti al forno per completare la cottura di alcuni pezzi, quando all’improvviso è avvenuta l’esplosione e dal forno sono uscite le fiamme. Il boato ha mandato in frantumi i vetri dell’edifico, mentre l’onda d’urto ha investito i due operai scaraventandoli a terra. Immediatamente sono stati soccorsi da coloro che lavoravano in altre aree dello stabilimento e sono stati allertati i Carabinieri, i Vigili del Fuoco e il 118. Trasportati all’ospedale di Sant’Omero sono stati sottoposti alle cure del caso. Fortunatamente le condizioni dei due non sembrerebbero allarmanti: uno ha riportato delle escoriazioni, mentre l’altro alcuni traumi dovuti all’impatto con il terreno.

Nella mattinata di venerdì sono già stati dimessi dall’ospedale, stando a quanto dichiarano l’amministratore dello stabilimento industriale e il responsabile per la sicurezza dei lavoratori
Per tutta la notte alla Ecs hanno lavorato i Vigili del Fuoco dei reparti di Teramo e Nereto per mettere in sicurezza l’area, mentre sulla vicenda indagano i Carabinieri di Alba e Martinsicuro che dovranno risalire alle cause dell’esplosione.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.220 volte, 1 oggi)