MARTINSICURO – Il sogno C1 del Martinsicuro Basket continua, dopo la sconfitta casalinga di domenica 10 maggio i ragazzi di coach Di Francesco espugnano Sulmona mercoledì sera e ora vanno verso gara tre con un morale diverso. Questa semifinale si gioca al meglio delle tre partite.
Ma vediamo i dettagli dei due match della semifinale play off disputati finora.

Domenica 10 maggio, Martinsicuro-Sulmona 67-70

MARTINSICURO Stakic 21, Aniello 3, Di Furia 7, Antonini 12, Di Buonnato 0, Cardinaletti 6, Di Francesco 13, Zappacosta 5, Scarpantoni n.e., Battista n.e., Pulcini n.e.
Parziali 8-22, 23-32, 45-49, 67-70

Grande prova di Sulmona che fin dal primo secondo domina Martinsicuro. Gli uomini del coach De Grandis sono stati impensieriti da un grande Stakic e compagni solo nel finale. L’assenza di Gordon per infortunio si è fatta sentire più del previsto ma ora c’è da rimboccarsi le maniche perché mercoledì prossimo c’è subito gara 2.

Mercoledì 13 aprile, Sulmona-Martinsicuro

Un grandissimo Martinsicuro espugna il difficile parquet di Sulmona. Sempre in vantaggio Stakic e compagni fino al 34′ minuto, quando con una bomba da tre Bartolucci impatta il match sul 72 pari. Poi ci pensano i due match winner della truppa di Di Francesco a dare il via alla vittoria finale. L’asse Antonini-Zappacosta mette fine alle speranze dei padroni di casa segnando nove punti di fila dal 38′ al 40′ minuto, ammutolendo il numeroso pubblico locale.

Martinsicuro ha interpretato un bellissimo match tutto reattività in difesa e velocità in attacco, imprimendo dal primo secondo la mentalità che ha caratterizzato il team del presidente Leone in tutto il suo ottimo campionato. Oltre a Zappacosta ed Antonini (18 punti per il primo e 19 per il secondo) ottime le prove anche di Cardinaletti (12 punti, sempre pronto in difesa), Di Furia (6 punti, lotta e sputa sangue non perdendo mai palloni e incamerando molti rimbalzi), Aniello (il capitano mette a segno 13 punti tra cui due bombe e una schiacchiata che gela il palasport sulmonese) il rientrante Gordon (6 punti che sono oro, segna due liberi fondamentali nel finale e riporta in vantaggio i suoi 72-74 arpionando tutto ciò che scende dal canestro). Stakic non ancora al top è forse l’unica nota dolente, prende solo 4 tiri ma offre molti assist ai compagni, che lo attendono più tranquillo nella gara 3 di domenica nel palasport truentino, a partire dalle 18 e 30. Il suo valore aggiunto sarà fondamentale.
Coach Di Francesco dopo la brutta gara uno è riuscito in soli tre giorni a trasformare la squadra in leoni inferociti e a ribadire forza e compattezza del team.
Domenica si attende il pubblico delle grandi occasioni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.221 volte, 1 oggi)