PER CONTATTARE ALESSANDRO ZOCCHI a.zocchi74@libero.it, 348/4902433

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Con Alessandro Zocchi per una politica che guarda al futuro. Il giovane candidato al Consiglio Provinciale in appoggio a Emidio Mandozzi presidente (collegio 3 di San Benedetto), ha le idee chiare per rilanciare il Piceno e la Riviera: «Ho deciso di impegnarmi mettendoci la faccia perché consapevole della dinamicità, della passione e del sacrificio di noi sambenedettesi».
Trentaquattro anni, laureando in Scienze Politiche, presidente del Consorzio turistico Riviera delle Palme, Alessandro Zocchi lancia la sua sfida politica: «Una nuova generazione, quella che anche io rappresento, deve assumersi l’onere della responsabilità di governo». Senza dimenticare le radici sambenedettesi: «Sottolineo il ruolo primario e la centralità della nostra città rispetto alla nuova Provincia di Ascoli Piceno e proprio per questo se mi sarà data l’opportunità di rappresentare il mio territorio, il primo impegno a cui assolverò sarà quello di proporre ed estendere la denominazione del nuovo ente in Provincia di Ascoli Piceno-San Benedetto del Tronto».
Un’assunzione di responsabilità che parte proprio dalle politiche che saranno riservate ai giovani: «Attraverso il recupero di spazi pubblici idonei per centri di aggregazione giovanile, in particolare per lo sport e la cultura. Per il lavoro, si presterà particolare attenzione alla formazione qualificata, legata alle opportunità di lavoro, cercando, inoltre, di incentivare il credito per la formazione di imprese giovanili e femminili in particolare».
Ovviamente si presterà attenzione al turismo: «Dobbiamo destagionalizzare attraverso lo sviluppo del turismo sportivo, fieristico e convegnistico. Occorre sviluppare il turismo sostenibile con la promozione di centri di benessere a contatto con la natura». Ma non basta: servono i collegamenti marittimi veloci con l’altra sponda dell’Adriatico, e una più accorta promozione nazionale e internazionale di “pacchetti turistici”.
Tutto ciò deve avvenire senza dimenticare che, per uno sviluppo armonioso, occorre potenziare gli strumenti conoscitivi disponibili: per questo la provincia di Ascoli deve essere candidata ad ospitare il quinto polo universitario delle Marche. Importante sarà la messa in sicurezza degli edifici scolastici e il sostegno alla scuola come elemento che promuove i bisogni formativi del territorio.
Con Alessandro Zocchi, collegio numero 3 di San Benedetto, «perché il futuro è già un’opportunità».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 870 volte, 1 oggi)