PORTO SAN GIORGIO – Strappare un sorriso in un periodo di campagna elettorale, come al solito pieno di seriosi dibattiti e noiosi comizi? Si può. Lo dimostra lo spettacolo della Compagnia “Improvvivo” intitolato Bagaglione della Marca di Fermo, con la “prima” che si è tenuta lunedì 11 al teatro comunale di Porto San Giorgio. Martedì 12 e mercoledì 13 (ed eventualmente giovedì 14) si replica, data la grande richiesta di biglietti nel piccolo teatro sangiorgese.

Come si intuisce dal nome, lo spettacolo, che ritorna dopo la fortunata esperienza del 2008, è ispirato al Bagaglino di Pier Francesco Pingitore: si susseguono gags, satira politica, balletti (anche questi da ridere) e battute fulminanti. Uno dopo l’altro entrano in scena i candidati alla presidenza della provincia di Fermo, da Saturnino Di Ruscio a Stefano Cesetti, da Gianni Basso a Gaetano Massucci, con imitazioni spassose.

Non manca neanche il presidente uscente della “vecchia” provincia di Ascoli Piceno, Massimo Rossi, mostrato in… smobilitazione, mentre cerca un alloggio sotto un ponte, data la difficoltà della sua rielezione dopo lo strappo col Pd.

I vari sketch sono accompagnati dal commento musicale della band “Jonathan e i belli dentro”, che sottolinea con stacchetti e canzoni i momenti più esilaranti dello spettacolo.

Gli attori-commedianti, guidati dal regista Piero Massimo Macchini, fanno parte del Centro di ricerca teatrale Improvvivo, che unisce attori specializzati nell’arte dell’improvvisazione teatrale. Il Centro, che ha sede proprio a Porto San Giorgio, promuove anche dei Corsi biennali per la formazione teatrale e l’improvvisazione: domenica 14 giugno, sempre al teatro comunale sangiorgese, si terranno i saggi finali degli allievi della scuola.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 616 volte, 1 oggi)