BUSTO ARSIZIO – Per la gioia del pareggio i ragazzi gli hanno tirato un gavettone negli spogliatoi, quasi si fosse vinto uno scudetto. Giorgio Rumignani commenta così l’importantissimo 1-1 di Busto Arsizio: «Non abbiamo regalato nulla e, al di là del risultato in campo, è stata una impresa rimontare l’1-0: lo è per tutti, figuriamoci per noi. Se ce l’abbiamo fatta, è stato perché si sono seguite le direttive studiate in settimana, compreso il gol nel finale, dove Morini e Cammarata hanno dato del loro meglio».
Sulle parole del presidente Spina, che vuole tutta San Benedetto allo stadio per la sfida contro la Reggiana, Rumignani aggiunge: «Certamente, oggi la tifoseria mi ha chiamato sotto la curva, io ci sono andato anche se non volevo, perché dobbiamo mantenere tutte le energie mentali intatte fino agli eventuali play-out». Sulla partita, l’allenatore della Samb afferma che «al di là dei due gol, la migliore occasione l’avevamo avuta noi con Traini, compensata poi dalla parata di Marconato nel finale».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.115 volte, 1 oggi)