MALTA – Grande paura, ma il pericolo grande sembra scampato. Durante le prove del campionato Powerboat P1 che si sta disputando a Malta l’imbarcazione sambenedettese Metamarine si è schiantata a 150 chilometri orari. Alla guida dell’imbarcazione vi erano il pilota sambenedettese Marco Pennesi e Max Ferrari. Nell’impatto l’imbarcazione ha subito dei forti danni all’abitacolo, per poi raddrizzarsi e schiantarsi, a velocità ridotta, contro la protezione del muraglione portuale.
Pronto è stato l’intervento dei sommozzatori e il seguente trasporto in ospedale di Pennesi. Lo stesso Pennesi, poi, è stato dimesso in giornata.
L’incidente sarebbe stato causato quasi certamente da un’onda di ritorno, ovvero da un movimento delle acque generato dal precedente passaggio di un’altra imbarcazione.
La Metamarine sarà adesso trasportata nei cantieri navali sambenedettesi dove sarà sottoposta a riparazione: Pennesi ha dichiarato che è sicuro che potrà partecipare alla prossima gara, prevista ad Istanbul a giugno. Riguardo le prove, Metamarine aveva realizzato un tempo di 4 secondi inferiore al vincitore della pole position.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.333 volte, 1 oggi)