ANCONA – Sinistri e sicurezza sulle strade. Questi i due argomenti maggiormente trattati nel corso del secondo seminario di aggiornamento dedicato all’infortunistica stradale e riservato a circa 140 operatori della polizia municipale e provinciale delle Marche.
I temi affrontati sono stati molteplici: dal rilievo del sinistro agli aspetti medico-sanitari, legali e assicurativi.
Grazie a questa iniziativa la polizia locale della nostra regione è stata messa nelle condizioni di operare con maggiore professionalità e sicurezza, in particolare sui rilievi degli incidenti stradali.
Alcuni dati: in provincia di Ancona il sistema della constatazione amichevole in caso di incidente è utilizzato nel 65% dei casi. Il 21% dei sinistri provocano danno alle persone coinvolte, in linea con la media nazionale. Nel 35,60% dei casi (dove non c’è firma doppia) il responsabile del sinistro non denuncia l’incidente.
Sul fronte dei veicoli immatricolati all’estero, tra le novità c’è la Russia che dal primo gennaio 2009 è entrata nel sistema della carta verde, allargando così il suo ambito territoriale.
La carta verde, per i veicoli immatricolati nell’Unione Europea, non è più necessaria: la targa vale come assicurazione. Il documento rimane invece necessario per garantire la circolazione dei veicoli da e per paesi non dell’Unione Europea.
Il seminario è stato promosso dal dipartimento per le Politiche Integrate di Sicurezza e dalla Protezione Civile della Regione Marche, in collaborazione con la Scuola regionale di formazione della pubblica amministrazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 414 volte, 1 oggi)