GROTTAMMARE – Anche se tutti ormai dopo il mancato successo interno contro il Luco Canistro lo considerano già spacciato, il Grottammare in realtà ha ancora flebili speranze di arrivare ai play out. La matematica infatti non ha ancora sancito la sua retrocessione. Quindi esortiamo i biancocelesti a non mollare a non arrendersi ancora. Guardando la classifica infatti tutto ciò è ancora possibile a patto che vinca a Chieti (squadra autrice, dopo un cattivo inizio di stagione, di una grande rimonta, attualmente quarto in classifica e in piena corsa play off) dell’ex Lopetuso e del diesse Nucifora (che abita proprio a Grottammare) e reduce da tre vittorie consecutive, per poi potersi ancora giocare nell’ultima gara interna contro l’Elpidiense le sue possibilità.

Per centrare questo difficilissimo obiettivo il Grottammare (peggior attacco del torneo nonchè la squadra che ha perso di più complessivamente ed in casa) oltre che come già detto vincere le sue gare dovrà sperare nei non impossibili passi falsi di tre squadre che la precedono: il Luco Canistro (che giocherà in casa con l’Olympia Agnonese e poi a Fano) il Real Montecchio (che sarà ospite del Centobuchi e poi riceverà il Chieti) e la Maceratese (che giocherà a Trivento e poi ospiterà il Morro d’oro). Anche non dovesse come sembra farcela a salvarsi la formazione biancoceleste deve quanto meno guadagnare una posizione per sperare almeno in un eventuale ripescaggio.

La squadra di Scarfone che ha avuto una multa di 200 euro (per inosservanza dell’obbligo di assistenza medica durante la gara col Luco Canistro) sarà al completo per questa trasferta dove recupererà anche Polenta e potrebbe schierare dall’inizio Curzi in luogo di Di Felice. Quasi al completo anche gli uomini di Giusto ai quali dovrebbe mancare causa infortunio solo il capitano Tatomir. Ci sarà invece il bomber neroverde Genghi (11 gol all’attivo) mattatore all’andata con una doppietta. All’andata nella gara del Pirani si impose la formazione neroverde per 1-2 (al 24′ Maccagnan (G) su rig. ,  al 27′ Gengi (C) su rig., all’89’ Genghi (C)). All’Angelini invece non esistono precedenti se non quello di quest’estate della seconda fase di Coppa Italia vinto per 3-0 dalla formazione abruzzese. Dirigerà l’incontro il signor Alessio Petroni di Roma 1.

Questi i possibili schieramenti:

CHIETI: D’Ettorre, Schiavone, Safon, Oresti ( Tatomir), Catalano (Lopetuso), Bartoli, Amodio, Costa, Favaro ( Rosa), Simone Marini ( Scibilia), Genchi. All. Giusto

GROTTAMMARE: Domanico, Mauro (Oddi), Nicolosi,  Polenta, Cameli, Oddi ( Del Moro), Marcatili, Rulli, Maraschio, Maccagnan, Curzi (Di Felice). All. Scarfone

Bisogna provare a fare l’impresa. Forza Grottammare provaci!

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 601 volte, 1 oggi)