SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una brutta notizia per alcuni degli sfollati aquilani che da un mese si trovano ospiti negli alberghi della costa picena.
In un blitz effettuato giovedì mattina dai carabinieri del Nas di Ancona in due alberghi del fermano sono stati posti sotto sequestro circa mille chili di carne in cattivo stato di conservazione, che si trovava nelle celle frigorifere delle strutture, il cui nome non è stato reso noto. Nel mirino del nucleo anti sofisticazioni dell’Arma anche delle quantità di pasta alimentare, anch’essa scaduta e in cattivo stato di conservazione, destinata alla preparazione degli alimenti da somministrare agli ospiti.

I controlli sono stati eseguiti su disposizione del Comando Carabinieri per la Tutela della Salute di Roma, d’intesa con la Protezione civile, per verificare le condizioni igienico-alimentari e alloggiative dei terremotati ospiti di strutture ricettive lungo la fascia costiera marchigiana, in particolar modo quelle della provincia di Ascoli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.376 volte, 1 oggi)