MONTEPRANDONE – Orlando Ruggieri abbandona il Partito Democratico. La notizia, nell’aria già negli ultimi giorni, è stata ufficializzata proprio oggi dallo stesso Ruggieri, che ha inviato la decisione al Pd con una lettera, mentre domani riconsegnerà anche la tessera. Ruggieri, già sindaco di Monteprandone per dieci anni, e quindi deputato dal 2001 al 2006, aveva abbandonato, due giorni fa, la presidenza provinciale del Partito Democratico, e aveva rinunciato alla candidatura, sempre per il Pd, alle provinciali nel collegio di Monteprandone, in polemica con il candidato sindaco Stefano Stracci (sempre del Pd). Rivalità che era stata accesa al momento di definire le primarie per la candidatura a sindaco, ma che poi sembrava essersi ricomposta.

Ruggieri, comunque, afferma che «non parteciperò a nessuna competizione elettorale ma non per questo starò fuori dai giochi politici». L’onorevole spiega che probabilmente invierà due lettere ai cittadini monteprandonesi, «con le quali spiegherò loro i motivi che mi hanno portato a questa scelta. Ho già inviato una lettera ai cittadini, a mie spese, al termine del mio decennio da sindaco, e la cosa fu molto apprezzata. Potrei anche partecipare a qualche comizio, perché cercherò di dirigere le preferenze dei votanti verso una lista piuttosto che un’altra».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.042 volte, 1 oggi)