ANCONA – Le Marche aggiungono la sedicesima Bandiera Blu alle quindici precedenti e conquistano – anche nel 2009 – il primo posto in Italia per la qualità delle località costiere.

«Un primato che ci rende orgogliosi, che certifica la qualità del territorio, la qualità della vita delle nostre comunità e che premia il lavoro svolto su tutto il litorale marchigiano – ha detto il Governatore Gian Mario Spacca – Una bandiera Blu è il frutto di una strategia integrata e di sinergia fra le istituzioni, Regione in testa, con Province e Comuni, insieme alle associazioni di categoria e gli operatori locali che hanno investito nella qualità ambientale. Un lavoro congiunto che riguarda la difesa costiera, la valorizzazione dell’accoglienza e dell’ambiente, l’ammodernamento delle strutture ricettive e dei servizi turistici. La Regione crede e investe fortemente in questa azione integrata a favore della qualità del territorio, perché è alla base del secondo motore di sviluppo della comunità regionale, da affiancare al manifatturiero, basato sull’integrazione delle risorse naturali, culturali e turistiche».

Prosegue Spacca: «La qualità territoriale, infatti, è senz’altro una delle variabili in grado di orientare le scelte dei vacanzieri, insieme alla valorizzazione del ricco patrimonio culturale e naturale che le Marche possono vantare. Un’offerta completa che rappresenta la cartina di tornasole della nostra regione e che pone le Marche ai vertici nazionali dell’attrattività di un turismo sempre più internazionale. La bandiere blu 2009 confermano tutto questo e sono di buon auspicio in vista della prossima stagione balneare».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 875 volte, 1 oggi)