SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Nella nottata di venerdì 1 maggio agenti della Polizia di Stato del Commissariato di San Benedetto diretto da Marco Fischetto, in via Colleoni di Porto d’Ascoli, dopo che gli agenti avevano rimarcato un inconsueto andirivieni di persone legate al mondo degli stupefacenti fermavano due individui conosciuti come appartenenti al giro degli affari legati con la vendita di sostanze illegali.

Il fermo dei due, che cercavano miglior fortuna correndo in direzioni opposte veniva effettuato a piedi e, una volta immobilizzati, venivano perseguiti sia le loro persone che le loro abitazioni dalle quali venivano riscontrate e sequestrate circa 20 gr.di cocaina in dosi e pronta allo spaccio, cellulari e bilancini di precisione: il tutto connesso con l’attività di vendita.

Scattavano le manette per X. Jaup albanese del 1983 per il reato di “ detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio ex art. 73 DPR 309/90”. La stessa sorte toccava al suo compaesano G. Aldo, albanese, clandestino del 1990 accusato in base alla normativa sull’immigrazione per “non aver ottemperato all’espulsione dal territorio nazionale”. Gli arrestati, su disposizione della Procura della Repubblica di Ascoli Piceno, sono stati ristretti presso la locale Casa Circondariale di Marino del Tronto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 959 volte, 1 oggi)