SENIGALLIA – E’ stato approvato martedì mattina con la condivisione dei soggetti istituzionali interessati il progetto esecutivo per l’escavo urgente del porto di Senigallia e quindi a giorni partirà la gara per l’affidamento dei lavori.

I sedimenti dragati, quantificati in circa 18 mila metri cubi, verranno conferiti al porto di San Benedetto del Tronto dove saranno utilizzati per riempire l’esistente cassa di colmata.

L’assessore regionale ai Lavori Pubblici, che ha partecipato alla Conferenza di servizi insieme agli assessori e ai dirigenti dei Comuni di Senigallia e di San Benedetto del Tronto, ha espresso soddisfazione per tale decisione.

L’assessore sottolinea che il progetto, elaborato dall’Ufficio Opere Marittime del Provveditorato Interregionale alle Opere Pubbliche per le Marche e l’Emilia Romagna, dà immediata risposta alle esigenze della navigazione in sicurezza, all’interno dell’area portuale di Senigallia, aumentando la profondità dei fondali e, allo stesso tempo, contiene tutte le necessarie garanzie ambientali, richieste dal Comune di San Benedetto del Tronto, attraverso la posa in opera di materiale impermeabile.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 551 volte, 1 oggi)