MARTINSICURO: Venti arresti nell’ambito di un’operazione antidroga che da Caserta attraverso indagini, intercettazioni e pedinamenti è arrivata anche in Abruzzo e nelle Marche producendo numerosi arresti: con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata all’importazione, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti sono state fermate sette persone a Martinsicuro: Ezio Consorti, 53 anni, i tunisini Mahmoud Aimin Ben Mahmoud, 21 anni, Haithem Ezzar 30 anni, Mohamed Tunsi 20 anni, gli algerini Sami Ezzin 25 anni, Mohamed Nsir, 28 anni, Haneci Higane 24 anni.  Ad Appignano del Tronto è stato arrestato il marocchino Kamil Mostafà 39 anni, mentre a Roseto Evans Kwaku Osei 33 anni.

In base alle indagini la droga, eroina e cocaina, veniva importata dal Ghana, trasportata da corrieri africani attraverso l’Olanda o la Francia e consegnata a Castel Volturno nell’abitazione di un ghanese, che costituiva la base logistica delo spaccio. Qui lo stupefacente veniva lavorato e ceduto ad altri spacciatori, tra le provicne di Caserta, Napoli, Teramo, Frosinone, Latina e Ascoli Piceno, che provvedevano a smerciarlo al dettaglio.

I carabinieri hanno documentato, da alcune intercettazioni, che una donna di colore era riuscita a trasportare della droga nella cavità anale (per 800 grammi) e nello stomaco (per 400 grammi).

Corrieri e spacciatori utilizzavano un linguaggio criptato, così come emerge dalle intercettazioni, in cui si faceva riferimento, sottolineano gli inquirenti, alla vendita ed acquisto di sostanze stupefacenti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 985 volte, 1 oggi)