PORTO SAN GIORGIO – I leggendari cestisti del basket americano stanno arrivando. Domenica 3 Maggio, alle ore 21.00, gli Harlem Globetrotters si esibiranno nelle loro spettacolari acrobazie al PalaSavelli di Porto San Giorgio.

Per la famosa formazione questo è il quinto tour italiano. Tutto ha avuto inizio nel 2005, quando la Shot Events, un gruppo di appassionati di pallacanestro (ed organizzatori di eventi), ha avuto l’idea di riportare in Italia il Basket spettacolo degli Harlem.

Le acrobazie, le schiacciate atletiche, i palleggi e le incredibili azioni di gioco sono note a tutti, ma non tutti sanno che questa squadra di “virtuosi” è nata 83 anni fa, nel 1926, su iniziativa di Abe Saperstein, un impresario lungimirante, che scritturò gli allora Five Savoy (primo nome degli Harlem Globetrotters) per intrattenere gli avventori di una famosa sala da ballo di Chicago, la Savoy Hall appunto.

Da allora la fisionomia della squadra non si è snaturata: negli anni si sono avvicendati grandi talenti del basket professionistico ed universitario americano, per tradizione rigorosamente neri. Tra le stelle del firmamento cestistico che hanno vestito le divise degli Harlem figurano i campioni NBA Wilt Chamberlain e Earvin “Magic” Johnson.

Allo spettacolo di Porto San Giorgio, il penultimo del breve tour che si concluderà a Roma la sera del 4 Maggio, sono stati invitati 50 bambini dell’Aquila, grazie anche alla collaborazione con l’Assessorato allo Sport del Comune di Porto San Giorgio. La mattina successiva, alle 11.30, gli Harlem Globetrotters si recheranno nelle zone colpite dal terremoto in Abruzzo per portare la loro solidarietà e un sorriso alle popolazioni colpite. Coordinati dalla Protezione Civile incontreranno i ragazzi in una tendopoli e pranzeranno con loro e con i dirigenti della protezione civile al ristorante del campo.

In questa occasione, è piacevole ricordare quanto disse, riguardo all’essere un Harlem Globetrotter, il mitico Joseph Blair:«E’ un’esperienza che cambia il tuo modo di vedere lo Sport e la Vita in genere. Ti fa capire quanto sia importante sorridere».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.294 volte, 1 oggi)