Spina: Sono soddisfatto del risultato per la carica che i giocatori hanno messo in campo. La cosa più bella è stata il tifo, non lo vedevo così da anni. I tifosi, tanti, non hanno mai smesso di incitare la squadra. Il mister e lo staff tecnico si è messo a lavorare nel migliore dei modi. La gara di domenica prossima contro il Legnano è decisiva? Per noi lo sono tutte quante. Ma sono fiducioso, anche se il pareggio ha lasciato le cose come erano, devo dire bravi a tutti.
Ferrini: Da parte mia va un plauso personale ai nostri tifosi, veramente grandissimi. Abbiamo giocato al massimo, concedendo poco agli avversari, anche se nel finale siamo rimasti in otto. Proprio strane alcune decisioni dell’arbitro, specialmente sulla cacciata di Titone. Ma loro non hanno fatto chissà che, tranne che all’arrembaggio finale. La gara è stata strana, io ho dovuto cambiare posizione ben tre volte durante l’incontro.
Olivieri: sono uscito perché non giocavo da tempo, e il mister mi aveva spiegato che c’era questa possibilità, ed è entrato Visone per coprire di più il centrocampo, in quanto ero preposto contemporaneamente all’azione difensiva ed offensiva. Con il Legnano dobbiamo vincere, spero che per me ci sia la possibilità di uscire fuori da questo brutto momento, perché in precedenza non venivo più preso in considerazione, ma in questi giorni siamo stati molto bene. Se prima non era lo stesso? No, ciascun allenatore preferisce un calciatore o un altro, uno schema o un altro, e magari ci si sente più o meno presi in considerazione.
Marconato: Pareggio tutto sommato giusto, adesso contro il Legnano ci giochiamo tutto. In cinque giorni il mister ci ha dato poche indicazioni, perché di più non poteva, ma le abbiamo seguite tutte. Peccato per le scelte dell’arbitro, le espulsioni sono state veramente severe e immotivate.
Aprea: oggi dovevamo vincere per forza per dare una speranza ma abbiamo incontrato una Samb agguerrita e ben disposta in campo. Loro si sono chiusi ma la colpa è anche nostra che non abbiamo mai giocato così male. Queste sono partite che se si riescono a sbloccare subito possono anche finire 2 o 3 a zero, ma oggi abbiamo tirato troppo poco in porta. Non sono d’accordo con Rumignani che contesta le decisioni arbitrali in quanto sia le ammonizioni, anche quelle a noi comminate, sia le espulsioni erano sacrosante.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.682 volte, 1 oggi)