SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Benito Rossi, Vincenzo Amato e Giorgio De Vecchis sostengono la candidatura di Luigi Ursini nel collegio di San Benedetto Nord, ma appare improbabile che i vertici del partito la accolgano. Riceviamo e pubblichiamo una lettera aperta da parte dei tre esponenti della disciolta Alleanza Nazionale.

«I candidati più credibili nei collegi dove essi hanno maggiori possibilità di elezione, questa è una delle principali direttrici da seguire in queste candidature.
Basta a salire sulla spalle di un movimento politico dove c’è chi si prodiga da decenni per salvaguardare principi di coerenza, legalità e confronto democratico, pensando di incantare l’elettorato attraverso effetti speculari.
Abbiamo sostenuto con forza Luigi Ursini alla candidatura nel collegio di San Benedetto nord proprio perchè lì egli rappresenta una forza politica che difficilmente potrà essere delegata ad altri.
Se il principio di una vittoria elettorale si basa sui voti e sulla credibilità della persona riteniamo fortemente miope non valutare importante la candidatura di Luigi a San Benedetto Nord; dovrebbe innanzitutto capirlo l’attuale coordinatore e vicecoordinatore provinciale del Pdl ma non ultimo il candidato Piero Celani il quale dovrebbe per primo avere l’interesse a vincere in questa tornata elettorale. Infatti quando le cose non vengono fatte come si dovrebbe succede come a Cupra dove si urla e ci si appella alla correttezza, ma ciò dovrebbe essere un principio da adottare a 360 gradi e non secondo alcune necessità, altrimenti poi si cade in contraddizione.
E’ chiaro che le proposte che avremmo voluto fare attraverso un confronto democratico continuiamo a farle attraverso la disponibilità della stampa locale nonostante la non curanza del capogruppo Piunti che come al solito pensa solo e soltanto a se stesso».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 724 volte, 1 oggi)